Napoli, Benitez torna a sorridere. Il turnover funziona, in corsa su tre fronti

NAPOLI – Dopo tredici partite (10 vittorie e 3 sconfitte) è uscito di nuovo il segno ics, ma nel Napoli sono tutti fermamente convinti che il bicchiere sia mezzo pieno, non vuoto. Il prezioso pareggio allo stadio Olimpico contro la Lazio, nel primo round della semifinale di Coppa Italia, ha permesso infatti agli azzurri di centrare in un colpo solo due obiettivi importanti: cancellare il contraccolpo psicologico per lo stop di Torino in campionato, e soprattutto gettare le basi per la conquista di un’altra finale: la terza dell’era di Benitez. Il gol segnato in trasferta dall’infallibile Gabbiadini (alla quinta rete in 6 gare da titolare) permetterà all’allenatore spagnolo e alla sua squadra di presentarsi in una posizione di leggero vantaggio alla rivincita dell’8 aprile al San Paolo, al di là della carica dei tifosi.

Si spiega così il sospiro di sollievo in casa Napoli, dopo le turbolenze e i processi dei giorni scorsi: con il faccia a faccia tra tecnico e giocatori. La reazione al gol di Klose ha spazzato via i dubbi sulla condizione psicofisica del gruppo e sulla sua compattezza in campo e fuori. Ha funzionato anche il turnover, con Mesto, Britos, Inler e Mertens che si sono fatti trovare pronti, dopo un periodo vissuto da comprimari. Benitez ha avuto le risposte che s’aspettava dopo la grande delusione a Torino, che rischiava di avere delle pesanti ripercussioni sul morale e la serenità degli azzurri. Da Roma, invece, la squadra è ritornata con maggiore entusiasmo e convinzione dei suoi mezzi: due armi in più che aiuteranno Higuain e compagni a continuare con slancio il loro durissimo tour de force.

?
Dietro l’angolo ci sono già altro due appuntamenti importanti, entrambi al San Paolo: il posticipo di domenica sera contro l’Inter e la successiva sfida del 12 marzo contro la Dinamo di Mosca, andata degli ottavi di Europa League. La priorità per il Napoli resta la rincorsa al secondo posto in campionato. “Possiamo farcela, continueremo a inseguire la Roma fino alla fine”, promette Gabbiadini. Ma Benitez non vuole mollare nulla, come si è visto nella battaglia di Coppa Italia contro la Lazio. Continuerà dunque a essere un fattore decisivo il turnover, con tutto il gruppo sotto pressione nei prossimi tre mesi. Il recupero di Lorenzo Insigne è una notizia molto importante, in questo senso. E a breve dovrebbe rimettersi a disposizione pure il colombiano Zuniga. Due ottime pedine in più.
Con l’Inter, intanto, spazio a Maggio, Koulibaly, Strinic, Gargano, Hamsik e Callejon, risparmiati nella trasferta di Roma. La scommessa di Benitez è ardita, ma i risultati gli stanno dando ragione. Nessuna squadra italiana ha giocato quanto il Napoli, in questa stagione. Eppure gli azzurri, dopo aver vinto la Supercoppa Italiana a Doha, continuano a essere in corsa su tutti i fronti. Merito del contestato turnover e di un organico che si è rivelato compatto. Al di là delle aspettative.

La vendita dei biglietti per la partita Napoli-Inter, in programma allo stadio San Paolo domenica 8 marzo alle ore 20.45, è ripresa regolarmente e proseguirà senza alcun tipo di limitazione, eccezion fatta per il settore ospiti, presso i consueti punti vendita abilitati. Il Prefetto non ha dato seguito alle limitazioni suggerite dal Casms, arrivate troppo tardi e quando ormai erano già stati venduti 17.500 tagliandi.

ssc napoli

serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti