Gattuso: “Voglio restare. Bonucci è un esempio”

“Con la Samp non possiamo sbagliare”

Contro la Sampdoria non ci sarà lo squalificato Kessié, pedina insostituibile nello scacchiere tattico rossonero fino a questo momento della stagione: “Non abbiamo un giocatore con le sue caratteristiche, ma lo sapevamo anche prima della fine del mercato. C’è fiducia nei ragazzi, dovranno dare tutti quel qualcosa in più per sopperire alla sua mancanza. Montolivo o Locatelli per sostituirlo? Sono giocatori diversi, uno ha sì una gamba diversa, ma dà esperienza e solidità, Locatelli invece dà più corsa e freschezza, vedremo”, ha aggiunto Gattuso. Che ha sottolineato l’importanza del match di San Siro: “Ci giochiamo tanto, non possiamo sbagliare. Per questo mi sono arrabbiato per l’inizio in Coppa, non dobbiamo essere timorosi e bassi, così si rischia grosso. Dobbiamo alzare l’asticella. Contro la Spal, ad esempio, abbiamo sofferto alcuni loro giocatori, contro il Ludogorets, invece, arrivavamo sempre dopo e soffrivamo le loro ripartenze, però abbiamo dato un segnale, sappiamo soffrire e questo è molto importante. Quando esprimo il concetto che nessuno deve mollare, lo dimostra che Borini entra e fa due gol in dieci minuti di partita, Rodriguez che entra e fa gol su rigore. Qualcuno non è contento e ci sta, ma bisogna lavorare e farsi trovare pronti. Non solo a livello personale ma per il bene della squadra”, ha proseguito Gattuso.

Fonte: SkySport

Commenti