Carpi in fiducia a Latina. Pescara-Vicenza il match clou

Rodrigo Taddei e Gaetano Vastola, sfida d’esperienza in Perugia-Lanciano (Foto Getty)

Torna in campo la Serie B nella 30.a giornata: ritrovati gol e tre punti la capolista fa tappa al Francioni. Bologna al test Varese, il rigenerato Frosinone di scena a Modena. Perugia-Lanciano vale lo slancio playoff, il Catania rischia contro lo Spezia

Dedicato alle malelingue, in attesa di esultare ai gol di Mbakogu. Alla capolista Carpi bastano 438’ a secco, seppure priva del proprio cannoniere contro l’Avellino, per spingere sull’acceleratore dopo la guida prudente delle ultime 4 gare. Un successo che allontana la rivale Bologna di 8 lunghezze e conferma un bunker difensivo inviolato da 662’, numeri che testimoniano l’indiscutibile leadership emiliana. Alle sue spalle si apre una voragine che ingloba 4 rivali nell’arco di 2 punti, senza dimenticare le altre pretendenti. Mantenendo la stessa forbice regna l’incertezza anche in chiave salvezza, che coinvolge 7 squadre tra la soglia sicurezza e lo spareggio playout. Equilibri ribaditi nel turno infrasettimanale e nuovamente a galla nella 30.a giornata, turno nel quale la squadra di Castori va sul campo del Latina: attenzione ai laziali rivitalizzati da 9 punti in 3 gare, ma di contro il Carpi vanta una serie positiva di 7 partite utili. A rilento invece il Bologna di Lopez, a rischio dopo le 2 deludenti prestazioni al Dall’Ara e atteso dal Varese ultima della classe e senza gioie da 6 incontri. Lotta serrata al terzo posto tra Frosinone e Vicenza: i ciociari di Stellone rendono visita al Modena dopo aver riacquistato smalto (3 vittorie di fila) mentre la squadra di Marino darà vita al big match contro il Pescara. Venti punti in 8 gare per i veneti, formazione del momento, ma gli abruzzesi viaggiano a vele spiegate nel segno del “Sindaco” Sansovini, 5 gol in 3 incontri.

L’Avellino riparte dal Partenio e attende il Bari imbattuto da 3 turni, intervallo che non giova piuttosto al Livorno: gli amaranto di Gelain, che non vincono dal 14 febbraio, ricevono l’ottima Ternana formato trasferta (20 punti sui 36 totali) ma in parabola discendente. Impegno esterno anche per lo Spezia destinato al Massimino, impianto di un Catania penultimo che non può permettersi ulteriori passi falsi. Alle porte della zona playoff bussano Perugia e Lanciano, squadre dalle buone individualità opposte nello scontro diretto: gli umbri fanno leva sul fattore Curi dove solo il Frosinone ha fatto bottino pieno, gli uomini di D’Aversa insistono invece sul pragmatismo che li contraddistingue (15 ‘X’ in stagione, nessuno come loro). Sono tre le sfide in chiave salvezza, incroci che sposteranno valori nella lotta per non retrocedere. Cominciamo da Pro Vercelli-Brescia, occasione unica per i Leoni di Scazzola senza successi nel 2015, due mesi e oltre che non stanno giovando nemmeno ai lombardi (3 vittorie e 5 ko). Anche il Trapani soffre della sindrome da anno nuovo e rischia sul campo del Crotone, ormai ancorato all’ultima posizione da 6 turni. Il posticipo di lunedì, infine, prevede il duello tra Virtus Entella e Cittadella: occhio ai granata di Foscarini, protagonisti da gennaio con un bilancio di 15 punti in 8 partite complice l’impatto da urlo di Stanco.

Fonte: SkySport

Commenti