Monti: “Benitez avrebbe dovuto far entrare Mesto prima di Gabbiadini”

Gianluca-Monti-GIANLUCA MONTI, giornalista de ‘La Gazzetta dello Sport’, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “La minacciata azione legale in diretta da parte della D’Amico, dopo quanto accaduto nel dopo partita a SKY, è naturale. Probabilmente non è stato molto elegante, ma forse era un atto dovuto. Penso inoltre che nelle conferenze stampa post partita, per ovvie esigenze di tempi, bisognerebbe dare la precedenza alla carta stampata per le domande. Secondo me Benitez avrebbe dovuto far entrare Mesto prima di Gabbiadini perché sulla destra si soffriva troppo e non lo dico con il senno di poi. Gli azzurri devono mangiarsi le mani perché per 70 minuti hanno giocato una grandissima partita che meritava, tra l’altro, un risultato ben più rotondo. Hamsik dopo il gol ha giocato una partita di contenuti straordinari, tecnici e di quantità e la sua sostituzione mi ha colpito molto negativamente, come le altre sostituzioni. Certo, anche l’Inter ha avuto il merito di crederci sempre, ma è l’ennesima occasione sprecata. Pur non essendo un suo estimatore, Inler merita un bel 7.5 perché ha giocato una partita di rara intensità, dispiace invece, che Lopez debba continuare a tirare la carretta, mentre dovrebbe rifiatare un po’. Non credo si possa prescindere da Gabbiadini in questo momento, si deve sfruttare il momento positivo dell’ex doriano, soprattutto per sopperire al momento no di Callejon”.

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 321 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!