Magoni: “Non è un delitto far riposare un pò Callejon, Gabbiadini merita un posto da titolare”

magoniOSCAR MAGONI, ex centrocampista del Napoli, allenatore, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “Purtroppo questo è il limite del Napoli, bellissima squadra per 70 minuti, poi le solite amnesie difensive e la frittata è fatta. È vero che, stavolta, di fronte c’era una signora squadra come l’Inter, ma si poteva fare meglio. Peccato aver sprecato l’ennesima occasione per avvicinare la Roma. La squadra azzurra ha problemi nella coppia centrale difensiva perché offre sempre troppe occasioni agli avversari. Anche io mi aspettavo che Benitez cambiasse qualcosa a destra dopo il 2-0 perché era evidente il disagio di Callejon ed Henrique. Poi, ripeto, io ad un giocatore come Gabbiadini troverei sempre il posto. Non è un delitto far riposare un pò Callejon, considerato quanto dicevo prima, che ha a disposizione un elemento forte ed in palla come Gabbiadini. Hamsik ha giocato una grande partita, ai suoi livelli e dall’esterno mi è sembrata strana la sua sostituzione. Premesso che Benitez non ha mai cambiato modulo, credo che il Napoli debba continuare a giocare così ma con elementi che siano sorretti da una condizione ottimale e che ci voglia più tempismo nella gestione del match. Credo che comunque, tra Napoli e Roma, stiano messi peggio i giallorossi che si aspettavano un altro campionato ed invece potrebbero già essere fuori dalla lotta scudetto con il rischio, concreto, di poter perdere anche la seconda posizione”.

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 418 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!