Bruscolotti: “Come successore di Benitez, Conte sarebbe l’ideale, ai miei tempi i ritiri erano continui”

bruscolottiBEPPE BRUSCOLOTTI, storico capitano del Napoli, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “Non esageriamo, il Napoli ha fatto il ritiro per la prima volta al contrario di quanto facevamo noi, che quasi ogni fine settimana eravamo obbligati a farne. È importante trovarsi in determinate occasioni tutti insieme, anche se certe volte non è piacevole perché nessuno vuole essere privato della sua libertà. Bisogna cercare di dare il massimo, stando concentrati, perché non credo sia tutto perduto, come dice il proverbio, guai a fasciarsi la testa prima di rompersela. Poi i conti si faranno alla fine. D’ora in poi tutte le partite sono difficili come finali, perché se contro il Wolfsburg non si può sbagliare, lo stesso vale per il Cagliari in campionato. Il punto è questo: pensare partita dopo partita, dando il massimo, avendo sempre la stessa mentalità. All’inizio di una stagione si dicono tante cose per questo io non mi sbilancio mai, preferendo dare giudizi a stagione in corso. Io spero, anzi auguro al Napoli, che quanto accaduto quest’anno non si ripeta più e che arrivino giocatori di grande personalità. L’incertezza sul futuro di Benitez sicuramente può distrarre lo spogliatoio, anche se mi sembra una contraddizione nell’era del professionismo sfrenato. Come successore di Benitez, Conte sarebbe l’ideale perché è uno di quei personaggi capaci di riaccendere l’entusiasmo “.

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 604 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!