Udinese, Stramaccioni vuole invertire il trend: ”Basta alti e bassi, sono fiducioso”

UDINE – La sconfitta nel recupero contro il Parma, la decisione della società di mandare la squadra in ritiro e il tonfo casalingo contro il Palermo di domenica scorsa: non è un momento felice per l’Udinese, che si prepara a sfidare al Bentegodi il Chievo di Maran. Stramaccioni spera di mettersi il periodo buio alle spalle: ”Abbiamo avuto troppi alti e bassi. Ma abbiamo avuto una settimana per lavorare e concentrarci sulla partita, per questo sono fiducioso che torneremo a portare qualcosa a casa da questa trasferta”.

”SOLO LA SALVEZZA” – Nonostante il trend negativo, l’Udinese ha comunque 12 punti in più sul Cesena. A 8 giornate dal termine, la salvezza è in cassaforte. Ma Stramaccioni tende a precisare: ”Non mi piace quando non si associa l’Udinese all’obiettivo della salvezza. Tutti noi, giocatori e collaboratori, dobbiamo pensare soltanto a raggiungere il prima possibile questa salvezza e non mi piace quando mi viene detto che l’Udinese deve pensare ad altro, anche perchè in questa stagione ogni qualvolta che abbiamo avuto un momento positivo, poi abbiamo avuto un calo, tornando a quegli alti e bassi di cui parlavo prima”.

EMERGENZA DIFENSIVA – Intanto a Verona Stramaccioni deve fare i conti con le diversi assenze difensiva: oltre a Heurtaux e Domizzi, si è fermato anche Wague. L’ex tecnico dell’Inter fa il punto: ”Numericamente dietro siamo davvero contati, perche’ Domizzi ha avuto un altro infortunio e abbiamo dovuto convocare un ragazzo giovane Coppolaro, mentre sta ora giocando con la Primavera”. Davanti Di Natale con il grande ex, Cyril Thereau.

serie A

udinese
Protagonisti:
andrea stramaccioni
Fonte: Repubblica

Commenti