Mollichelli: “Napoli, facciamo conto di assistere alla famosa scena di Massimo Troisi…”

mollichelli_2ADOLFO MOLLICHELLI, giornalista, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “Facciamo conto di assistere alla famosa scena del film di Massimo Troisi, siamo un po’ increduli, piacevolmente increduli per questo mini filotto di vittorie. Tutta una serie di elementi, compreso il ritiro, fanno pensare ad un Napoli finalmente affidabile, che possa fare lo scatto decisivo nel momento opportuno. La ritrovata vena di Hamsik, la straordinaria capacità di far gol di Gabbiadini, la compattezza della squadra ci autorizzano ad essere ottimisti per il finale di stagione. A proposito di Hamsik, lo vedo più libero di agire tra le linee avversarie e a ridosso dei suoi compagni di reparto, è più convinto dei suoi mezzi e lo si nota da come arriva al tiro, anche se credo sempre che il cambio di passo ci sia stato ma nella testa, che è la chiave di tutto. Benitez, dopo il ritiro, con grande intelligenza ha mandato messaggi molto chiari sul suo futuro e credo che tutte le strade portino a Mihajlovic come successore. L’allenatore della Samp è molto bravo anche se spero che moderi la sua isteria positiva nel guidare le squadre, che potrebbe essere pericolosa in una piazza esplosiva come Napoli”.

 

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!