Jolanda De Rienzo: “La nostalgia di Reina? Probabilmente si è pentito della scelta fatta”

JOLANDA DE RIENZO, giornalista e conduttrice Sportitalia, è intervenuta a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi sul Calcio Napoli proposti da NapoliMagazine.com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, su Radio Punto Zero, con Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo in conduzione, per il consueto punto sugli azzurri. Ecco quanto ha affermato: “Dopo quanto accaduto con il Cagliari c’è tanta amarezza e rabbia. Devo dire che è interessante sottolineare anche le pulsioni della tifoseria, impazzite come un sismografo. Il discorso sul portiere è semplice: ci sono dei piani societari ben precisi su Rafael, che per ora, non ha un rendimento nemmeno minimamente paragonabile con De Sanctis prima e Pepe Reina poi. In pratica a Napoli è stato fatto lo stesso discorso del Genoa con Perin, con una differenza, le pressioni di una piazza, come quella partenopea, che difficilmente ti danno tempo per far crescere un giovane. La domanda è questa, è stato giusto fare questa scelta? Chi ha fatto l’errore di valutazione? A questo punto o si ripara in corso d’opera, quindi a gennaio si provvede, o si va avanti così, con tutti i risvolti, negativi e speriamo, positivi, della vicenda. Vedendo la nostalgia di Reina mi rendo anche conto che, forse, si sia pentito della scelta. Per chiudere il discorso, io avrei confermato Pepe Reina, anche con l’ingaggio che percepisce perché se ho intrapreso un percorso da top club, non posso privarmi di uno dei migliori portieri al mondo”.

 

Questo articolo è stato letto 411 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!