Chievo-Cagliari 1-0, Meggiorini sigilla la salvezza matematica

VERONA – L’ennesimo capolavoro Chievo. I clivensi superano 1-0 il Cagliari grazie a un bel gol di Meggiorini e festeggiano la matematica salvezza grazie al +16 in classifica proprio sui sardi e sul Cesena, vicinissimi ormai alla retrocessione.

LA CRONACA, TORNA MEGGIORINI – Maran schiera Gamberini in difesa e in attacco si rivede Meggiorini dopo la squalifica, Festa dà ancora fiducia a Pisano e in attacco sceglie Sau invece di Farias. Avvio lento e con poche occasioni. Dopo le prime fasi interlocutorie, con il Cagliari in pressing alto, all’11’ i padroni di casa si portano in vantaggio: Meggiorini apre per Paloschi che parte in contropiede, precisa palla di ritorno con un diagonale della punta clivense che supera Brkic sulla sua sinistra. Nonostante il vantaggio continua a spingere il Chievo, mentre gli ospiti faticano a costruire gioco provando solo il lancio lungo per le due punte. Al 22′ provvidenziale chiusura di Ceppitelli che anticipa Paloschi, dopo un liscio di Diakite, davanti a Brkic.

BIRSA SFIORA IL RADDOPPIO – Cagliari troppo largo tra i reparti che lascia così spazio alle ripartenze del Chievo certamente più pericoloso, come al ’33 con Birsa che dal vertice destro dell’area di rigore prova la conclusione di collo, con la palla che si perde alta. Unica vera azione dei sardi al 36′: Ekdal apre per Pisano che crossa al centro, Cop anticipa Cesar ma la sua conclusione è debole con facile parata di Bizzarri. E’ l’ultima occasione del primo tempo.

LA RIPRESA, GESTIONE CHIEVO – In avvio di ripresa Festa mette dentro Conti per un evanescente Joao Pedro sulla linea mediana, ma il Cagliari non riesce a sfondare il muro del Chievo, abile nel chiudere le fila per poi ripartire con lanci lunghi per le due punte. Il tecnico degli isolani prova a mescolare le carte inserendo una punta esterna, Farias, al posto di un centrocampista, Dessena, passando al 4-3-2-1. Al 23′ bella palla filtrante di Ekdal per Conti che da posizione defilata mette al centro per Farias che conclude di testa, ma commette fallo su Schelotto. Il Cagliari, anche se in modo confuso, ci prova ma le idee sono veramente poche, mentre il Chievo si limita a controllare senza soffrire.

LE DUE ESPULSIONI – Negli ultimi 10 minuti il Cagliari resta in 9. Prima Murru si fa espellere direttamente per un fallo su un contropiede di Izco. Poi Cossu rimedia il secondo giallo per un fallo su Pellissier. Ultimi sussulti degli ospiti a 4 minuti dal fischio finale con Farias che lascia partire un siluro di destro che sfiora il palo alla destra di Bizzarri.

FESTA CHIEVO – Cagliari chiamato ora a un impegno decisivo con il Parma, anche se l’Atalanta è distante 8 punti, mentre il Chievo si gusta la salvezza grazie soprattutto a Maran che ha saputo cambiare volto alla squadra compiendo un vero capolavoro. I gialloblù possono fare festa: la Serie A dell’anno prossimo è una certezza.

CHIEVO-CAGLIARI 1-0 (1-0)
CHIEVO (4-4-2): Bizzarri 6; Schelotto 6,5, Gamberini 6 (24′ st Dainelli 6), Cesar 6,5, Frey 6,5; Hetemaj 6.5, Radovanovic 6,5, Izco 6, Birsa 6,5 (21′ st Botta 6); Paloschi 7, Meggiorini 7 (17′ st Pellissier 6). In panchina: Bardi, Seculin, Biraghi, Sardo, Cofie, Christiansen, Fetfatzidis, Vajushi, Pozzi. Allenatore: Maran.
CAGLIARI (4-3-1-2): Brkic 6; Pisano 6, Ceppitelli 5,5, Diakite’ 6, Murru 5; Joao Pedro 6 (1′ st Conti 6), Dessena 6 (12′ st Farias 6), Ekdal 5,5; M’Poku 6; Cop 5 (28′ st Cossu 4), Sau 5. In panchina: Colombi, Cragno, Gonzalez, Balzano, Rossettini, Capuano, Crisetig, Donsah, Longo. Allenatore: Festa.
ARBITRO: Di Bello di Brindisi
RETE: Meggiorini al 9′
AMMONITI: Schelotto, Ceppitelli, Ekdal, Conti, M’Poku, Cossu e Botta
ESPULSI: Murru per fallo irregolare, Cossu per comportamento non regolamentare
ANGOLI: 6-3 per il Cagliari
RECUPERO: 0′ e 4′

Fonte: Repubblica

Commenti