Coppa Italia Primavera, Lazio-Roma 2-0: Oikonomidis regala il trofeo ai biancocelesti

ROMA – È della Lazio la Coppa Italia Primavera 2015. I biancocelesti di Simone Inzaghi riescono nell’impresa di ribaltare il risultato di andata (1-0 per la Roma, rete di Verde) e si impongono per 2-0 grazie alla doppietta di Oikonomidis, l’esterno australiano già convocato con la nazionale maggiore. Dopo lo Scudetto 2013, la Supercoppa e la Coppa Italia nel 2014, si tratta del quarto trofeo nel giro di tre anni per la Primavera del presidente Lotito e del ds Tare, a fine partita in campo per festeggiare insieme alla squadra.

Si parte dall’1-0 per la Roma dell’andata e la Lazio spinge subito sull’acceleratore. Al 6′ minuto Oikonomidis sblocca il risultato con un bel diagonale mancino su assist perfetto di Palombi. I giallorossi tentano di reagire immediatamente e al 13′ vanno in gol con Capradossi dopo una sponda di Sanabria: niente da fare, l’arbitro fischia qualche secondo prima per una posizione di fuorigioco dell’attaccante paraguaiano. La Lazio tenta di addormentare il match e di gestire il possesso palla per poi ripartire: al 34′ ha due occasioni per raddoppiare, prima con Tounkara che sradica letteralmente il pallone dai piedi di Sammartino (che a sua volta gli strappa la maglietta) e poi calcia violentemente di destro trovando però la parata di Marchegiani. Sugli sviluppi dell’azione poi Oikonomidis crossa in mezzo per Murgia, che colpisce male di testa da due passi. È il preludio al secondo gol della Lazio che porta ancora una volta la firma di Oikonomidis: è il 42′ quando il giovane nazionale australiano si fa trovare pronto all’appuntamento sull’assist perfetto di Tounkara. Si tratta del suo quinto gol in 4 derby.

Prima del duplice fischio c’è spazio per la migliore occasione della Roma, con Sanabria che non riesce a sfruttare un’intelligente intuizione di Pellegrini: il centrocampista giallorosso batte velocemente un calcio di punizione dal limite dell’area sorprendendo tutta la difesa della Lazio, ma l’attaccante paraguaiano non riesce ad approfittarne calciando a lato. Il secondo tempo si apre con la prevedibile reazione della Roma, affidata come al solito a Sanabria che di fronte trova però un grandissimo Guerrieri (un portiere che farà parlare di sé in futuro, c’è da starne certi). La Lazio però non sta a guardare e al 63′ si fa vedere in avanti con un bolide di Tounkara che ci prova da posizione impossibile e per poco non sorprende Marchegiani. Con il passare dei minuti le squadre si allungano con occasioni da una parte e dall’altra e i due portieri protagonisti: ha del miracoloso la parata di Guerrieri su Vestenicky al 78′. La Roma ci prova fino all’ultimo secondo, ma non riesce a segnare e alla fine è la Lazio a esultare.

coppa italia primavera

ss lazio
as roma
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 279 volte