Antonio Ottaiano (Proc. Insigne): “Lorenzo è fiducioso per la gara di Kiev”

Insigne_DMF_5053 Napoli-Sampdoria 27/4/2015 foto De MartinoDa quando è rientrato dall’infortunio ha messo subito in campo tutto il suo impegno, il suo cuore e soprattutto le sue qualità. Lorenzo Insigne, dopo cinque mesi lontano dai campi da gioco per l’operazione al ginocchio che l’ha costretto a tifare per i compagni dalla tribuna, è ritornato ad essere un calciatore importante per il Napoli.
Ora è tutto passato, il talento di Frattamaggiore è in un periodo di forma eccezionale e sta cercando di aiutare la squadra a raggiungere gli obiettivi prefissati.

Il procuratore del trequartista, Antonio Ottaiano, intervistato dalla redazione di NapoliSport.net, ha parlato del presente e del futuro del suo assistito, della gara di ieri contro il Dnipro, semifinale d’andata di Europa League, confermando che c’è fiducia nell’ambiente azzurro per il ritorno e che la squadra, compreso Insigne, non pensa ad altro, neanche al futuro dell’allenatore Rafa Benitez, il quale, potrebbe lasciare la panchina azzurra a fine stagione.

– Qual è lo stato d’animo di Lorenzo Insigne dopo il pareggio di ieri contro il Dnipro?

“Un pareggio inaspettato che lascia l’amaro in bocca considerando anche la gara. Sono state create quattro-cinque palle gol limpide, il gol subìto in fuorigioco. C’è delusione, ma anche tanta fiducia che alla fine si può passare il turno, la squadra ha dimostrato di poter arrivare in finale.”

– La forma fisica di Insigne è ottima, dimostrando di essersi ripreso alla grande dall’infortunio e voler recuperare tutto il tempo perso. I cinque mesi lontano dai campi sembrano essere passati in fretta nella mente del calciatore…

“Si, ha lavorato tanto e duro, ha lottato, voleva rientrare al più presto per dare un aiuto alla squadra in questo finale di stagione importante. Tutto è andato secondo le più rosee previsioni, il carattere del ragazzo è uscito fuori.”

– E’ mancato tanto alla squadra in questi mesi, da quando è rientrato anche alcuni calciatori come Callejon e Hamsik hanno ripreso la forma e con lui sembrano essere un po’ cambiate le cose…

“Indubbiamente è uno che in contesto squadra ha un ruolo, è un calciatore importante nel progetto Benitez. Non utilizzare uno come lui per cinque mesi complessivamente può averne risentito la squadra, ma poteva capitare anche ad altri. Il Napoli ha meno 5-6 calciatori che se dovessero stare cinque mesi fuori potrebbero produrre qualcosa di negativo rispetto al rendimento globale della squadra e questo si è verificato anche con Lorenzo.”

– Benitez è ancora incerto sul suo futuro, potrebbe cambiare qualcosa nei prossimi giorni?

“Oggi la squadra, l’allenatore, la società sono concentrati sul finale di stagione, sono proiettati verso il raggiungimento degli obiettivi. Penso che le altre valutazioni si faranno a tempo debito. Oggi si pensa alla qualificazione alla finale e il piazzamento diretto in Champions League. In questo momento non è determinante il futuro, ma raggiungere gli obiettivi.”

– Insigne vuole diventare la bandiera del Napoli, lui l’ha sempre dichiarato…

“Lui ha sempre detto così, Il Napoli sembra orientato così e finché la società è disposta a condividere con Lorenzo il percorso io non riesco ad ipotizzare o immaginare soluzioni diverse.”

– Ha consigliato qualche calciatore a Napoli negli ultimi mesi?

“No, la società è concentrata su altre cose, poi si vedrà a fine campionato.”

Fonte: NapoliSport.net

Commenti