Cammaroto: “Napoli, eterno bonsai”

Un pensiero ai 10 mila tifosi del Napoli che avevano già prenotato il viaggio per la finale di Varsavia“. Lo afferma a NapoliMagazine.Com il giornalista Emanuele Cammaroto. “Nello sport come nella vita si vince e si perde, l’importante è lottare. Di certo non si può soccombere col Dnipro, non in quel modo senza orgoglio. Processi e recriminazioni arbitrali, analisi su errori o complotti, li lascio agli altri perché una serata cosi scioccante lascia senza parole e toglie la voglia di commentare. Viene da pensare che il Napoli appartenga a quella categoria di squadre “maledette”, condannate all’eterna incompiutezza e a far soffrire. E’ un eterno bonsai, bello ma che non cresce mai. La sensazione è che ci sia sempre una storia già scritta e i vari protagonisti non possono far altro che seguirla. Solo Maradona ha rovesciato quel destino, contro tutto e tutti, perché era il più forte. Per la gente è l’ennesima amarezza, stavolta una delusione atroce. Il mio pensiero va alle migliaia di tifosi che avevano già bloccato l’aereo per Varsavia e l’albergo pagando con i propri risparmi almeno 600 euro. Per molti, specie i più giovani, ben oltre lo sport, era un momento atteso da una vita e forse non ci sarà mai. Si sapeva che prenotare prima il viaggio in Polonia fosse un rischio ma era necessario visti i costi e d’altronde non esiste neppure nei racconti di Dante quanto si è verificato col Dnipro”.

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 411 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!