Delusione Benitez, ora la Champions non è più nella mani del Napoli

Benitez_DMF_3745 Napoli-Volfsburg 23/4/2015 foto De MartinoRafa Benitez rischia di lasciare il club senza aver centrato il traguardo del terzo posto, che comunque non avrebbe consentito la qualificazione diretta in Champions, conquistata invece dal suo predecessore Mazzarri due volte, nel 2011 e nel 2013. E, quanto ai successi, il sogno sfumato dell’Europa League – negato da una modesta avversaria ucraina – ha offuscato la conquista della Supercoppa di Lega. La vittoria di dicembre poteva essere una svolta, ma così non è stato e sono state gettate decine di occasioni per raggiungere le romane. Il monte ingaggi del Napoli è altissimo e Pioli guadagna un settimo di Benitez, ma il Napoli non è più artefice del proprio destino, c’è bisogno di una vittoria della Roma nel derby per sperare ancora nella Champions, per poi vincere contro la Lazio, impresa non da poco visto l’ultimo Napoli, che si è spento a Kiev. Benitez guarda già altrove, ci sono giocatori che sono imbarazzanti per le prestazioni e altri che sono irritanti, come Higuain che a Torino ha tirato una volta verso Buffon, giocando male anche in precedenza. Annullare il ritiro è stato un errore, dopo Wolfsburg il Napoli è scomparso.

Il Mattino

Commenti