Valdifiori: “Mi piacerebbe giocare nel Napoli insieme ad Hamsik ed Higuain”

valdifiori empoliIl premio Football Leader – Calciatore rivelazione dell’anno come ulteriore soddisfazione in una stagione più che positiva, tra salvezza ottenuta con l’Empoli, debutto in Nazionale e…l’interesse dei grandi club. Mirko Valdifiori, in occasione del ritiro del premio conquistato presso il centro commerciale “La Cartiera” a Pompei, si è espresso così sul premio conferitogli: “Ricevere un premio cosi importante al primo anno in A è motivo di orgoglio per la strada percorsa. Ho iniziato dalla C, la realta di Empoli si conosce, siamo sempre disponibili verso compagni e squadra per cercare di fare il meglio. Con Sarri ci aiutiamo a vicenda: Prepara le partite nei minimi dettagli, concediamo alle big il meno possibile. Con umiltà e forza abbiamo espresso il nostro gioco. Siamo cresciuti giornata dopo giornata con gioco, applicazione e voglia di stupire sempre”.

Perchè sono arrivato tardi in A? Magari è anche colpa mia, oppure perchè si preferisce comprare uno straniero e non guardare in Serie B – rivela – Ci sono tanti giovani italiani pronti ad affermarsi. Sono comunque contento di esserci arrivato, il difficile è rimanerci. Ho cercato di farmi apprezzare in campo, se mi venisse data una bella possibilita ben venga. L’obiettivo ora è affermarmi in Serie A, sperando che ciò che faccio venga sempre apprezzato“.

Una bella stagione vissuta ad Empoli che, dopo le porte della Nazionale, potrebbe aprire al centrocampista azzurro anche quelle di una big. Come il Napoli: “Ci sono tante voci, essere accostati è motivo di orgoglio ma non so altro. Devo ancora finire il campionato, so che procuratore ed Empoli si confrontano, ma di concreto non so nulla. Se chiamasse una big prenderei in considerazione l’offerta. De Laurentiis? Me ne parla sempre bene il mio procuratore, ma personalmente non so se si siano incontrati. Mi piacerebbe giocare con Higuain ed Hamsik: ricordo con grande emozione la partita che abbiamo giocato al San Paolo, apprezzai molto l’atmosfera. Se mi sono sentito con Mihajlovic? Dopo la partita con la Samp ci siamo fatti l’in bocca al lupo, nulla più“.

Dal mercato alla splendida esperienza in Nazionale, tra un modello speciale da seguire ed il ricordo dei giorni in azzurro: Conte e i compagni mi hanno accolto subito bene, facendomi sentire parte integrante del gruppo. Conte mi ha detto che guarda il campo, non regala nulla a nessuno e anche se giochiamo in piccole squadre possiamo avere una opportunita. Pirlo è il numero uno al mondo da vent’anni: provo ad imparare da lui, ad Empoli cerco di fare ciò che fa lui”.

fonte – gianlucadimarzio.com

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!