Monti: “Bisogna ripartire da Higuain, non può andare via da sconfitto”

Gianluca-Monti-GIANLUCA MONTI, giornalista de ‘La Gazzetta dello Sport’, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “Quando le cose vanno male, il famoso bilancio, sempre rimandato, il guardare al futuro per costruire, invece di parlare e spiegare il perché di un fallimento, è un’occasione persa, almeno quanto quelle fallite sul campo. Poi, viene sempre fuori il colpo ad effetto, con questa rincorsa spagnola per l’allenatore. L’internazionalizzazione di un club e di una squadra non passano solo per un allenatore straniero, ma per le strutture sportive ed organizzative e per una seria politica di programmazione. Emery non lo conosco così bene per dire se può essere la migliore soluzione, ma se non vengono fatti i giusti investimenti sull’organico, sarà difficile invertire la rotta. Non so cosa si può dire più ai tifosi che non hanno fatto mai mancare il loro apporto, piuttosto mi chiederei perché, nonostante i bilanci in ordine, qualche bella vittoria e, soprattutto, la continuità di risultati, la società non è amata. Bisogna ripartire proprio da Higuain, perché mi rifiuto che possa andar via con gli occhi bassi, da sconfitto, anche perché credo che qualsiasi allenatore, a maggior ragione, uno di livello internazionale, voglia averlo alle sue dipendenze. Abbiamo già perso troppa identità a pensare di non ripartire da due uomini come Hamsik e Maggio. Dopo la partenza di Paolo Cannavaro, guai a perdere uno di questi due. Reina è un altro colpo ad effetto di De Laurentiis, ma è un affare rischioso perché se devo spendere le cifre di cui si parla, preferirei investirle su un difensore importante, anche perché un portiere di rendimento lo si trova comunque. Se deve essere un mercato delle idee, perché non si può spendere molto, che siano buone idee”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 540 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!