Zenga: “Torno a casa. Samp punto d’arrivo per mia carriera”

“Per me è un grandissimo onore, una grandissima emozione essere qui. Dopo vent’anni torno a casa, in una famiglia”. Zenga si presenta così da nuovo allenatore della Sampdoria. Per l’ex Uomo Ragno è il ritorno in una società dove ha speso gli ultimi anni della sua carriera da portiere e sedere sulla panchina blucerchiata “per me è un punto d’arrivo importantissimo, è qualcosa di meraviglioso e di fantastico”.
Zenga sa di dover raccogliere un’eredità pesante. “Sono state fatte delle cose fantastiche, ma sono qui per migliorare le cose e dare tutto me stesso”. Nessun proclama se non il fatto che “una società sceglie un allenatore perchè crede che possa fare delle scete che non devono essere improntate al suo personale curriculum ma per il bene della società stessa.
Dove mi vedo fra un anno? Sono appena arrivato – sorride Zenga – Sono ottimista di natura, sono sempre positivo e non voglio essere di passaggio. Se ho firmato un anno di contratto è perchè non voglio essere di peso a nessuno, voglio che la gente capisca che non ero alla ricerca di un biennale, di un triennale, ma che mi interessa solo lavorare bene e con le persone con le quali vado d’accordo”.
Fonte: SkySport

Commenti