Roma, Castan: “Sarà bello dare di nuovo fastidio agli avversari…”

PINZOLO – Le emozioni sono tante, il periodo nero è alle spalle. Per Leandro Castan i primi giorni di ritiro coincidono con il ritorno sui campi dopo un anno di assenza: tra l’operazione alla testa, le incertezze sul futuro, la voglia di riprendersi ciò che era suo e la delicata riabilitazione fisica. Prima della partenza per il Trentino, l’idoneità all’attività sportiva. Ora, seguito da Darcy Norman – il vero protagonista della spedizione in Val Rendena – il brasiliano è pronto per ricominciare: “Lavoro per essere a disposizione il prima possibile. Il ritorno? Al solo pensiero mi vengono i brividi”. Se a dargli il bentornato è un campione come Alessandro Del Piero, poi, i brividi non possono che moltiplicarsi.

DEL PIERO: “BENTORNATO CASTAN” – Da Twitter, l’ex numero 10 della Juventus rivolge un pensiero al difensore brasiliano: “Bentornato Leo, saremo in tanti a fare il tifo per te. Buona fortuna”. Non poteva leggere live il cinguettio, impegnato a seguire le indicazioni in campo di Norman e Lippie che stanno stravolgendo le metodologie di lavoro atletico della squadra. Rudi Garcia, relegato a bordo campo durante le fasi dedicate al lavoro aerobico e di potenziamento, ha apprezzato – durante la prima seduta di allenamento di giornata – il carisma dell’ex preparatore della Germania e del Bayern Monaco. Capannelli in cerchio e urla di incitamento da tutta la squadra, esercitazioni a cui lui stesso prende parte per mostrare al meglio come sostenere alcuni sforzi alla tensione muscolare: l’alta intensità, dunque, ha caratterizzato l’ora e mezza di allenamento mattutino del secondo giorno di ritiro. Il nuovo staff di preparatori non ha lasciato indifferente lo stesso Castan che, dopo aver ringraziato Pinturicchio su Twitter, è intervenuto in conferenza stampa, dedicando parole di stima nei confronti del medico canadese: “E’ un grande, mi fido di lui visto che ha vinto un Mondiale e una Champions League: nelle tre settimane in cui ho lavorato durante l’estate mi ha aiutato molto e sono contento di averlo trovato in un momento tanto importante per me”.

IL BRASILIANO E’ PRONTO AL RIENTRO – “Spero di tornare a fare il mio lavoro presto, e di poter dare fastidio agli altri tifosi. Grazie a Dio ho vinto la malattia, e non l’ho fatto da solo. Per questo voglio ringraziare chiunque mi sia stato vicino”. La coniugazione dei verbi al passato è sintomo che il brasiliano si sente pronto per testarsi nuovamente sui campi. La voglia di riprendersi la guida della difesa della Roma è tanta, così come la mancanza delle emozioni della gara avvertita durante i lunghi mesi di assenza: “Mi è mancato giocare, pensavo di poter recuperare più velocemente dopo l’intervento. Spero di poter giocare la prima di campionato: non sono andato in vacanza proprio per farmi trovare pronto a fine agosto”. Non si perde nei ricordi della coppia di ferro composta con Benatia nel primo anno di gestione Garcia: “Non mi importa pensare a chi giocherà con me, penso solo al fatto che voglio giocare io. Se ci saranno 40 partite da disputare, io ne vorrò fare 45. L’obiettivo è quello di dare il mio contributo alla squadra perché da soli non si vince”.

FIDUCIA A SABATINI E PALLOTTA: “STANNO FACENDO UNA ROMA GRANDE” – Se il dg Mauro Baldissoni si è detto contento del bagno di folla che ha atteso la squadra a Pinzolo (“Contenti di essere tornati coi nostri tifosi dopo un mese d’assenza. Una gioia i tanti bambini presenti”), anche Castan ha espresso la sua felicità per l’operato della dirigenza giallorossa, con ringraziamenti speciali a Walter Sabatini per non avergli permesso di andare in Brasile nella difficile fase affrontata nella passata stagione: “Penso si stia lavorando per fare una Roma forte. Se arriverà un attaccante? Non vorrei essere nei panni di chi arriverà: dovrà fare 20 gol e avrà addosso tanta pressione”. Dzeko, intanto – candidato numero uno nelle preferenze del direttore sportivo (disposto ad arrivare fino ad un massimo di 20 milioni per rilevarne il cartellino) – sta preventivamente caricando le batterie il più possibile, dalle vacanze in Croazia: in attesa di una telefonata ufficiale da Trigoria.
 

as roma

serie A
Protagonisti:
leandro castan
Fonte: Repubblica

Commenti