Napoli, scoglio diritti per l’affare Astori. Si va su Maksimovic

Astori-RomaLa soluzione è vicina. Difficile, complicata, ma comunque realizzabile. Davide Astori-Napoli, forse davvero ci siamo. Dopo un corteggiamento che ha radici nell’epoca Mazzarri, che s’era quasi consumato lo scorso anno salvo poi saltare per il no di Rafa Benitez. E s’è riproposto nei giorni scorsi. La retrocessione del Cagliari e una stagione con poche luci e tante ombre a Roma hanno fatto crollare di fatto il prezzo del cartellino del centrale scuola Milan: una volta servivano 15 milioni, oggi potrebbe andar via per 5 più bonus. Per il giocatore è pronto un contratto di quattro anni a 900 mila euro a stagione. Cosa manca? Il solito accordo sui diritti d’immagine, che il Napoli vuole tutti per sé. Astori ha il suo sponsor tecnico che gli garantisce anche bonus in caso di convocazione in Nazionale. Ieri mattina la fumata sembrava nerissima, poi nel pomeriggio le parti hanno cominciato a lavorare. C’è ottimismo dunque e si lavora a oltranza. Anche perché Astori era atteso a Dimaro per le visite mediche già domenica. Il ragazzo vuole Napoli per rilanciarsi.
SCOGLIO MAKSIMOVIC Ma non c’è solo Astori nei pensieri del Napoli. In difesa piace moltissimo Maksimovic del Torino. Giocatore duttile e affidabile, che Cairo però difficilmente lascerà andare. Il presidente granata ha già detto no a un’offerta di 12 milioni più bonus e dopo aver incassato dalla cessione di Darmian, non ha necessità di cedere. Il Napoli aspetta, riflette. E soprattutto spera di ufficializzare al più preso l’arrivo di Allan dall’Udinese. Il mediano brasiliano sarà la mezz’ala destra del centrocampo azzurro, accanto a Valdifiori e Hamsik. Ma per chiudere la trattativa serve l’ok di Britos (da girare poi al Watford) e Zapata all’Udinese, col difensore non ancora convinto.

La Gazzetta dello Sport

Commenti