Milan, Mihajlovic chiama Ibra: ”Se hai i soldi dell’aereo raggiungici…”

SHANGHAI  –  Amici fuori, avversari in campo. Sinisa Mihajlovic ritrova l’amico e maestro Roberto Mancini: non è la prima volta che i due si incrociano, ma non era mai successo che in palio ci fosse un derby. Certo, sarà un Inter-Milan con meno tensione rispetto alle future sfide in campionato, ma c’è la voglia di fare bene e di vincere la prima stracittadina stagionale. La gara è valida per l’International Champions Cup e inizierà alle ore 14 di sabato (diretta su www. repubblica. it). Queste le parole del tecnico serbo: “I derby non si giocano, si vincono. Cerchiamo di farlo subito, non sarà facile ma noi siamo il Milan e siamo obbligati a giocare sempre per vincere”.

“CONTRO MANCINI SFIDA PARTICOLARE”  –  Prima della conferenza stampa a Shanghai, Mihajlovic ha salutato calorosamente Mancini e Stankovic: “Il calcio è una cosa, l’amicizia un’altra. Quest’anno  –  ha aggiunto l’ex allenatore della Sampdoria  –  i tifosi ci vedranno mangiare insieme al ristorante a Milano. Forse anche per questo i derby avranno un sapore particolare e per i milanisti sarà più divertente vincerli. A Roberto e Deki auguro tutto il bene possibile, ma di arrivare dopo di me in classifica”. Nonostante la pioggia, il Milan è riuscito ad allenarsi venerdì mattina, dopo il prmo risvegio nella città di Shenzhen. Il lavoro, che era previsto sul campo a partire dalle ore 10, si è svolto invece nella palestra dello Shangri-La Hotel che ospita i rossoneri. A partire dale ore 11.00 la squadra ha svolto una serie di esercizi a secco, un po’ di corsa, stretching e lavoro di potenziamento. Tutto il gruppo ha lavorato all’interno della palestra, inclusi i giocatori che svolgono sedute di tipo personalizzato come Menez e Abate.

MESSAGGIO A ROMAGNOLI  –  La concentrazione è tutta rivolta al derby, ma è sempre caldo l’argomento mercato. E il nome caldo è sempre quello di Alessio Romagnoli: “Se andrà via dalla Roma, verrà al Milan”, ha confermato Mihajlovic, prima di scherzare sul possibile arrivo di Ibrahimovic: “Non so cosa succederà con Ibra, è libero di venire: bisogna vedere se ha i soldi per l’aereo. Scherzi a parte abbiamo una grande squadra e sicuramente faremo bene a prescindere da chi arriva”.

BONAVENTURA STRIZZA L’OCCHIO A SINISA  –  Sono bastati pochi allenamenti e Giacomo Bonaventura si trova già a meraviglia con il nuovo tecnico Mihajlovic. L’ex centrocampista dell’Atalanta spende parole al miele sull’allenatore serbo: “Sinisa può portare il Milan a grandi traguardi. Non abbiamo ancora visto il mister calciare le punizioni, ma ci ricordiamo bene com’era. E’ stato uno dei migliori della storia. Speriamo possa fornirci qualche insegnamento. ‘ un grande professionista. Ci ha portato una mentalità importante e un modo di fare vincente. Penso che possa portarci a grandi traguardi. E’ un allenatore preparato sotto tutti i punti di vista. Dal punto di vista umano lo conosciamo ancora poco, ma è una persona molto seria”.

ABATE: “MILAN A VITA”  –  In conferenza stampa ha parlato anche Ignazio Abate, che ha espresso un desiderio chiaro: “La mia intenzione è quella di chiudere la carriera nel Milan; poi nel calcio non si sa mai. Il mio desiderio, ripeto, è chiudere qui dove sono cresciuto”. Dopo una stagione travagliata, il terzino rossonero spera di aver messo definitivamente gli infortuni alle spalle: “Fisicamente sto meglio, ieri ho iniziato a correre e poi rispetto il programma. Valuteremo giorno per giorno. Spero di essere a disposizione per uno spezzone per il Real Madrid”.

milan ac

serie A
Protagonisti:
sinisa Mihajlovic
Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 290 volte