Mirko Valdifiori: “Orgoglioso di vestire la maglia azzurra”

ValdifioriDimaroIl nuovo centrocampista del Napoli Mirko Valdifiori è intervenuto quest’oggi sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli rilasciando alcune dichiarazioni:

“C’è tanto attaccamento alla maglia azzurra. Io ci sono arrivato guadagnandola nel tempo, scalando le serie minori fino ad arrivare lo scorso anno in serie A. La chiamata della Nazionale, e poi quella del Napoli, mi riempiono d’orgoglio. Sono consapevole di essere approdato in una grande squadra. Darò sempre il massimo, sia in Italia che in Europa. Dobbiamo scendere in campo sempre per vincere e far contenti i tifosi, che ci seguono sempre con affetto.

I nuovi compagni? Sto vivendo una bellissima esperienza. I compagni mi hanno accolto alla grande e mi hanno dato una mano ad inserirmi. Mi sono sentito subito a mio agio. Sono stato me stesso dal primo giorno, e spero che questo venga apprezzato. Mi sono trovato molto in sintonia con Reina ed Albiol, e abbiamo addirittura cantato insieme sul palco di Dimaro.

Pressione? E’ normale. E’ giusto che a Napoli si giochi per vincere. La tensione si avverte ma quando bisogna raggiungere determinati obiettivi è normale. In campo bisogna dare il massimo per i compagni e per vincere.

De Laurentiis? La sua chiamata è stata motivo di orgoglio. Voglio ripagare sul campo la sua fiducia. Il presidente mi aveva già seguito lo scorso marzo, anche prima dell’ingaggio di Sarri.

Sarri? Ha a disposizione un gruppo di ragazzi intelligenti. Siamo tutti disponibili e accontentiamo sempre le richieste del mister. Sto da tre anni con l’allenatore e già so quel che chiede. La squadra ha messo in campo i primi suggerimenti del mister già nella prima uscita. La novità? Il calcio di Sarri è molto divertente anche per noi giocatori perchè ci sono tante soluzioni per tutti . La linea difensiva molto alta e la marcatura in linea permettono un pressing molto elevato. Il lavoro già svolto a Empoli darà i suoi frutti anche a Napoli.

Pirlo? E’ il mio modello. E’ il top nel mio ruolo e dispiace che sia andato via dall’Italia. Nel suo ruolo è il migliore al mondo.

Romano? Lo conosco come procuratore più che come calciatore. All’epoca fu un acquisto molto importante e anche io darà il massimo, scendendo sempre in campo con tanto entusiasmo.

Allan e Hamsik? Ci sono tanti giocatori validi a centrocampo. Il Napoli ha tante alternative e nessuno deve sentirsi sicuro del posto. Dobbiamo remare tutti nella stessa direzione.

Numero di maglia? Ho scelto il sedici. Nelle scorse stagioni in Toscana ho indossato il sei, ma in azzurro è già occupato da De Guzman.

Tempo libero? Mi tengo impegnato in famiglia. Mia figlia Aurora mi aspetta e approfitterò dei giorni di pausa per stare accanto a lei e a mia moglie.

Pizza o piadina? Preferisco la piadina, ma ho provato la pizza napoletana e mi è piaciuta tanto”.

Fonte: kisskissnapoli.it

Commenti