Serie A: si parte con Juventus-Udinese, già alla seconda il big match tra la Roma e i bianconeri

MILANO – Juventus in casa con l’Udinese, Roma in trasferta sul campo del Verona, Inter al Meazza contro l’Atalanta e Milan a Firenze contro i viola di Paulo Sousa. Prenderà il via così la nuova serie A, nel weekend di sabato 22 e domenica 23 agosto: il calendario è ‘nato’ all’Expo di Milano. La lunga cavalcata di 38 giornate si concluderà domenica 15 maggio 2016. Tra le altre big, all’esordio la Lazio ospiterà il neopromosso Bologna e il Napoli giocherà a Reggio Emilia con il Sassuolo. Per quanto riguarda le due debuttanti assolute in serie A, il Frosinone esordirà in casa contro il Torino, mentre il Carpi giocherà sul campo della Sampdoria di Zenga.

SECONDO TURNO: SUPERSFIDA ROMA-JUVENTUS – Già la settimana successiva, domenica 29 agosto, il big match tra le due squadre che hanno dominato il campionato negli ultimi anni: all’Olimpico si giocherà infatti Roma-Juventus. Il primo derby è alla terza giornata, dopo la prima sosta per la Nazionale: è quello della Madonnina tra Inter e Milan. Big match anche alla quarta giornata: mentre l’anno scorso Napoli-Lazio si giocò all’ultima giornata (finì 4-2 per i biancocelesti, che così conclusero al terzo posto) quest’anno il calendario le mette di fronte al quarto turno. Allegri commenta così il calendario su Twitter: “Inizio stimolante, con un big match davvero presto! Ora lavoriamo per essere pronti a Shanghai (per la Supercoppa, ndr) e poi penseremo a Udinese e Roma!”. Per l’ad bianconero Marotta “con la Roma non sarà determinante. Sono entrambe candidate allo scudetto a prescindere”. Commentando il calendario, Marotta ha aggiunto che “l’Inter è una autorevole candidata allo scudetto, poi ci sono le solite Roma e Napoli e un Milan che, rispetto al passato recente, ha cambiato allenatore e ha fatto operazioni importanti in entrata. Sarà il campionato più avvincente di questi ultimi quattro anni”.

I DERBY: ROMA-LAZIO ALLA 12A GIORNATA – Se la prima stracittadina si giocherà alla terza giornata (Inter-Milan), per il successivo derby bisognerà aspettare il settimo turno (4 ottobre), quando al Bentegodi di Verona si affronteranno Chievo ed Hellas. Il 1 novembre, 11esima giornata, sarà la volta di Juventus-Torino. La domenica successiva, 8 novembre (12esima giornata) si giocherà il derby della Capitale (Roma-Lazio). Alla 18esima, il 6 gennaio, il derby della Lanterna, Genoa-Sampdoria (tra i criteri fissati per il calendario, era stato stabilito che i derby non potessero giocarsi nei turni infrasettimanali, il 6 gennaio è mercoledì).

DERBY DI GENOVA IL 6 GENNAIO, MINIPOLEMICA DEI PRESIDENTI – Mini polemica da parte dei presidenti di Sampdoria e Genoa, Massimo Ferrero ed Enrico Preziosi, legata al calendario di Serie A, che ha previsto il derby della Lanterna per il 6 gennaio. “Non è una polemica ma un dato di fatto – ha spiegato il numero uno della Samp Ferrero – Ci avevano detto che i derby non si potevano giocare nei turni infrasettimanali e invece giocheremo il 6 gennaio che è di mercoledì”. Rincara la dose Enrico Preziosi, numero uno del Genoa: “Dicono che è stato un problema di comunicazione. Mi sembra che sia invece un errore tecnico. Il calendario comunque è questo e non si cambia, ci adegueremo”. Preziosi ha spiegato che si potrà giocare il 6 gennaio perché comunque è un giorno festivo.

CINQUE TURNI INFRASETTIMANALI – Cinque i turni infrasettimanali: si giocherà di mercoledì il 23 settembre, il 28 ottobre, il 6 gennaio 2016, il 3 marzo e il 20 aprile. Per quanto riguarda le soste, il campionato si fermerà di domenica il 6 settembre, l’11 ottobre, il 15 novembre e il 27 marzo per le partite della Nazionale. In occasione delle festività di fine anno si giocherà fino a domenica 20 dicembre: la sosta comprender domenica 27 dicembre e la successiva, il 3 gennaio 2016: si tornerà in campo, come negli ultimi anni, il giorno dell’Epifania, mercoledì 6 gennaio.

L’ULTIMA GIORNATA – La 19esima giornata (10 gennaio) prevede partite interessanti come Fiorentina-Lazio, Roma-Milan e Sampdoria-Juventus. L’ultima giornata di campionato, il 15 maggio, vedrà quindi andare in scena le stesse partite a campi invertiti: Milan-Roma potrebbe essere una chiusura scoppiettante in chiave scudetto-Champions.
 

Fonte: Repubblica

Commenti