Scommesse: Catania in Lega Pro a -12, Teramo e Savona in Serie D

Retrocessione in Lega Pro e 12 punti di penalizzazione da scontare nella prossima stagione. È questa per il Catania la sentenza del Tribunale nazionale della Federcalcio relative al processo di primo grado sulla vicenda delle partite comprate dal presidente Pulvirenti in chiusura dello scorso campionato di serie B. Al Catania è stata inoltre comminata un’ammenda di 150mila euro.

Nessuno sconto per il Catania – Cinque  anni di inibizione e multa di 300mila euro all’ex presidente dei rossazzurri Pulvirenti. L’ex ad del Catania, Pablo Cosentino, è stato punito con l’inibizione di 4 anni e un’ammenda di 50mila euro. Inibizione di 5 anni più preclusione e un’ammenda di 150mila euro per Piero Di Luzio. Nei confronti del club etneo il procuratore federale Stefano Palazzi  aveva chiesto pene più lievi (retrocessione in Lega Pro e -5) sulla  base dell’articolo 24 del codice di giustizia sportiva, in virtù della collaborazione fornita da Pulvirenti.

Savona e Teramo in Serie D – Il Tribunale nazionale della Federcalcio ha disposto la retrocessione in serie D (senza punti di penalizzazione) per Teramo e Savona. Le due squadre erano accusate dalla procura federale di aver “combinato” l’ultima partita dello scorso campionato di Lega Pro: vincendo a Savona gli abruzzesi ottennero la promozione in serie B.

Fonte: SkySport

Commenti