Emiliano Mondonico: “Bisogna tornare a giocare con il 4-3-3, Insigne e Mertens da esterni riescono a dare il meglio”

mondonicoA Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Emiliano Mondonico, allenatore

“E’ importante responsabilizzare il Napoli perché gli errori commessi finora sono di poca concentrazione. Tutto ciò che si costruisce viene distrutto in un baleno se si gioca con la testa altrove. Penso che si debba parlare di responsabilità e fare in modo che i calciatori si sentano sotto esame. Non bisogna mai dimenticare che il gioco del calcio è un lavoro e per questo bisogna essere concentrati minuto dopo minuto e il mestiere dell’allenatore è fatto anche di tirata di orecchie.

Insigne anche se ha fatto bene non può essere un trequartista perché il trequartista è colui che sa fare il centrocampista e l’attaccante. Bisogna tornare a giocare con il 4-3-3 perché Insigne e Mertens da esterni riescono a dare il meglio. Se poi vogliamo adattare un calciatore da seconda punta, l’uomo ideale può essere Gabbiadini.

Sulla carta la potenzialità del Napoli è superiore all’Empoli, ma bisogna giocarsela alla pari per vincere. Quando gli altri giocano meglio di te, invece, non basta la superiorità”.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti

Questo articolo è stato letto 594 volte