Gianluca Monti: “Il 4-3-3? Serve equilibrio a prescindere dal modulo”

Gianluca-Monti-Gianluca Monti, collega de La Gazzetta dello Sport, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di “Amore… Azzurro”, programma sportivo in onda ogni mercoledì e sabato su Radio Amore. Ecco alcuni passaggi dell’intervista: “Cambio modulo? Dobbiamo entrare nell’ottica di idee, a differenza del recente passato, che questa squadra avrà una notevole duttilità tattica. Tuttavia, i problemi del Napoli sono altrove. Bisogna trovare l’equilibrio tattico che continua a mancare. Il Napoli ha speso molto in questo mercato, ma forse sarebbe stato meglio operare in maniera diversa. Probabilmente, per fare il salto di qualità, sarebbe stato meglio prendere solo un paio di calciatori, ma di un livello superiore. Zuniga? E’ un giocatore che si sta allenando regolarmente, ma non viene mai preso in considerazione. Certo, non è più un giocatore da cinquanta partite a stagione. Probabilmente, è un po’ indietro con la preparazione. Tuttavia, prima o poi, mi auguro di vederlo nuovamente in campo. Ciclo terribile fino alla prossima sosta? Napoli non è una piazza che può aspettare. Battere avversarie storiche come Lazio, Juve e Milan potrebbe restituire entusiasmo all’ambiente. Higuain in difficoltà nel 4-3-3 con due ali esterne? Il fuoriclasse argentino ha una tale qualità che riesce a fare la differenza anche in un modulo a lui poco congeniale. Tuttavia, essendo un centravanti di manovra e non il classico uomo d’area di rigore, con questo modulo potrebbe essere leggermente svantaggiato. De Laurentiis e la società civile? Non credo che voglia condividere l’avventura azzurra con altri imprenditori. Purtroppo, questo è un club poco strutturato con un numero insufficiente di figure professionali per una società che intende competere con le grandi squadre. Oltretutto, siamo ancora all’anno zero per quanto riguarda le strutture come, ad esempio, lo stadio”.

Commenti