Atalanta-Verona 1-1: Moralez illude, Pisano all’ultimo respiro pareggia

BERGAMO – Sfuma al minuto 52 del secondo tempo una vittoria che l’Atalanta pareva ormai pronta a festeggiare. In undici contro dieci dopo l’espulsione di Jankovic, i nerazzurri passano al 44’ grazie a un colpo di testa di Maxi Moralez. Il recupero è lungo, ben sei minuti. E gli scaligeri si riversano in attacco trovando il jolly finale con un colpo di testa preciso di Pisano che evita la sconfitta ai suoi.

BUON AVVIO ATALANTA – Reja nel suo 4-3-3 lancia Grassi a centrocampo dal 1’, con lui De Roon e Kurtic. In attacco torna Denis dopo l’infortunio, mentre Pinilla è squalificato. Moralez e Gomez accompagnano il Tanque. In difesa Stendardo e Paletta al centro con Masiello e Bellini terzini. Mandorlini risponde con un modulo a specchio che prevede Jankovic, Toni e Juanito Gomez in attacco. Tra i pali ci va Gollini con Rafael che siede in panchina. In mezzo al campo Sala, Viviani e Greco. L’Atalanta fa subito la partita e attacca costantemente. Occasioni ghiotte per Grassi e Denis che però calciano male da ottima posizione. Il Tanque sembra ancora imballato ma si fa trovare pronto al quarto d’ora quando raccoglie un cross di Moralez di testa: alto.

TONI KO, TOCCA A PAZZINI – Verso il ventesimo contatto di gioco tra Paletta e Toni, anzi il fallo lo fa l’attaccante che però ha la peggio per un problema al ginocchio. Luca Toni è costretto a uscire e al suo posto entra l’ex atalantino Pazzini. Il Verona si scuote un po’ e si fa finalmente vedere nella metà campo dei bergamaschi ma senza mai impensierire Sportiello. Anche l’Atalanta non procura più preoccupazioni alla difesa scaligera dove spicca Marquez, sempre ottimo nella chiusure.

E PAZZINI SPRECA – Il secondo tempo è la copia del primo con l’Atalanta che prova a fare la partita e attacca ma senza pungere. E come un lampo arriva l’occasione migliore del match ed è sui piedi di Pazzini che, tutto solo in area, vuole piazzarla rasoterra ma Sportiello intuisce e salva. Reja leva dal campo Denis, visibilmente ancora fuori forma. Al suo posto dentro Monachello. Invece Mandorlini perde per infortunio anche Marquez, e deve entrare Bianchetti. L’Atalanta al 27’ prende il palo con Moralez direttamente da calcio d’angolo, poi Gollini sventa il tap-in di Gomez.

ILLUSIONE MORALEZ, POI CI PENSA PISANO – Al 35’ episodio chiave con Jankovic già ammonito che stende da tergo Masiello: secondo giallo ed espulsione che lascia il Verona nei guai. I padroni di casa con gli ingressi di Cigarini e Raimondi ritrovano energie nuove e vanno alla ricerca dei tre punti. Il gol arriva al 44’: cross dalla sinistra di Gomez e il più piccolo di tutti, Moralez, stacca di testa in area e insacca. Il pubblico di Bergamo festeggia, ma restano da giocare ben 6 minuti di recupero. Greco al 47’ viene fermato da un piede di Raimondi, poi l’Atalanta sembra in controllo ma De Roon al 51’ commette fallo su Viviani regalando l’ultima palla ai gialloblù. Punizione e sul secondo palo Pisano di testa anticipa Raimondi, prende il palo dalla parte opposta e quindi la rete. 1-1 importantissimo per gli ospiti che salgono a quota 3 in classifica. 5 invece i punti dei bergamaschi.

Atalanta-Verona 1-1 (0-0)
Atalanta (4-3-3):
Sportiello 6,5, Masiello 6,5 (36′ st Raimondi 5), Stendardo 6, Paletta 6,5, Bellini 5,5, Kurtic 6, De Roon 5, Grassi 6,5 (31′ st Cigarini 6), Moralez 7, Denis 5 (16′ st Monachello 5,5), A. Gomez 6,5. (1 Radunovic, 30 Bassi, 7 D’Alessandro, 8 Migliaccio, 17 Carmona, 24 Conti, 33 Cherubin, 97 Tulissi). All. Reja 6,5.
Verona (4-3-3): Gollini 6,5, Pisano 7, Marquez 6,5 (25′ st Bianchetti 5,5), Moras 6,5, Souprayen 5,5, Sala 5,5 (46′ st Siligardi sv), Viviani 6, Greco 5,5, Jankovic 4,5, Toni 6 (24′ pt Pazzini 5), J. Gomez 5,5. (1 Rafael, 37 Coppola, 5 Helander, 6 Albertazzi, 13 Wszolek, 20 Zaccagni, 22 Bianchetti, 41 Winck, 74 Guglielmelli) All. Mandorlini 5,5.
Arbitro: Maresca di Napoli.
Reti: nel st 44′ Moralez, 52′ Pisano.
Recupero: 3′ e 6′.
Angoli: 8-2 per l’Atalanta.
Ammoniti: Souprayen, Sala, De Roon, Raimondi, Monachello, Jankovic per gioco scorretto, Gollini per comportamento non regolamentare.
Espulso: al 35′ st Jankovic per doppia ammonizione.
Spettatori: 1432, per un incasso di 60.726 euro.

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 228 volte