Juventus, Dybala: “Saremo protagonisti su tutti i fronti”

TORINO – La vittoria sul Siviglia restituisce il sorriso alla Juventus, che ora prova ad ingranare un’altra marcia anche in campionato, dove finora i bianconeri hanno deluso oltre ogni più pessimistica previsione. Ottima anche la prova di Paulo Dybala, che, però che di prestazioni convincenti ne aveva fornite anche in altre occasioni: “Anche quella a Shanghai, in Supercoppa, non era stata male – ricorda l’argentino ex Palermo – Certo, mercoledì sera mi sono trovato molto bene, perché abbiamo lottato per la vittoria sempre, dal primo all’ultimo minuto. In Europa si incontrano squadre più ‘aperte’ e i nostri giocatori, che hanno qualità, diventano molto pericolosi se si concede loro spazio. In campionato invece, magari incontri squadre come il Frosinone, che si chiudono per tutta la partita e poi riescono a trovare il gol su calcio d’angolo. Al Siviglia non abbiamo concesso nulla e non abbiamo corso rischi”.

“QUI SI GIOCA PER VINCERE, ALLEGRI MI AIUTA” – Nonostante le differenze tra le partite di coppa e quelle di campionato, dovute all’atteggiamento degli avversari, si respira ottimismo anche per quanto riguarda il cammino in Serie A: “Siamo la Juve e giochiamo sempre per vincere, sia in Europa che in Italia – garantisce Dybala – Non siamo partiti bene in campionato, è vero, ma lotteremo fino alla fine. Differenze tra il Palermo e la Juventus? Qui la mentalità è differente e anche i compagni trasmettono un’energia diversa, perché si gioca sempre per vincere. Io devo ancora migliorare. Sono qui da pochi mesi e tutti mi aiutano a crescere e mi motivano. Il mister sa cosa fare, è un ottimo allenatore e mi parla molto, mi fa capire come si gioca qui, e come si deve scendere in campo per cercare di vincere ogni partita. Mi fa vedere i video per spiegarmi dove migliorare”.

“CON MORATA INTESA FIN DA SUBITO” – Ad aiutare molto Dybala nell’ambientamento ci sono i compagni, a partire da Morata, con cui si è immediatamente creato il giusto feeling: “Mi ha mandato un sms quando ha saputo che sarei venuto qui – svela l’argentino – e siamo subito andati d’accordo. È un bravissimo ragazzo e ho un ottimo rapporto con lui, in campo e fuori. In campo cerco di imparare da lui che è fortissimo, non a caso giocava nel Real. Fuori, non sarà contento, ma lo batto spesso ai videogiochi…”.

“BUFFON IL PORTIERE PIÙ FORTE DI SEMPRE” – L’antivigilia del match col Bologna è anche il giorno della pubblicazione della lista dei candidati al Pallone d’Oro, nella quale non figura Gigi Buffon: “Non tocca a me dare giudizi, ma certo è strano che non ci sia il portiere più forte di tutti i tempi…”, dice Dybala. Infine, una battuta sulla sua prima convocazione per l’Albiceleste, in occasione dei prossimi impegni di qualificazione a Russia 2018, contro Ecuador e Paraguay: “Mi spiace che non ci sia Messi – ammette l’attaccante bianconero – Sarebbe stato bello conoscerlo e giocare con il giocatore più forte del mondo. Lo troverò in altre occasioni. Per me è un momento speciale, anche perché non era facile venire convocati visti tutti i grandi attaccanti che ci sono”.

juventus

serie A
Protagonisti:
paulo dybala
Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 261 volte