Empoli-Sassuolo 1-0: cadono i neroverdi, al Castellani li punisce Maccarone

EMPOLI – Il Sassuolo, ultima squadra a conservare l’imbattibilità in questa Serie A, cade al settimo ostacolo: è Massimo Maccarone il giustiziere dei neroverdi, che fa gioire l’Empoli nelle battute finale. Si tratta comunque di un successo meritato, perché sono i toscani a cercare la via del gol con maggiore insistenza, dominando il gioco soprattutto nei primi quarantacinque minuti. La squadra di Di Francesco appare imballata e a corto di idee e, forse, paga la pressione mediatica dopo le ultime dichiarazioni del patron Squinzi, che vorrebbe gli emiliani in lotta per lo scudetto. La prova del Castellani, da questo punto di vista, potrà servire ad un prezioso bagno d’umiltà.

BERARDI KO, NAZIONALE A RISCHIO – Non è una vigilia facile per i due tecnici, alle prese con tante assenze: è emergenza soprattutto per Marco Giampaolo (squalificato in prima persona per l’espulsione contro il Frosinone e sostituito in panchina dal vice Martusciello). Senza Croce, Paredes e lo squalificato Saponara, l’Empoli recupera Pucciarelli, che affianca Maccarone in avanti; sono due i debuttanti assoluti, Buchel in mediana e Krunic in posizione di trequartista. Problemi soprattutto in difesa, almeno alla vigilia, per Di Francesco, che non può contare su Acerbi e Antei (è Terranova ad affiancare Cannavaro); a complicare i piani neroverdi arriva anche l’infortunio di Domenico Berardi, che si fa male all’adduttore nel riscaldamento e rischia di perdere, così, il suo primo treno per la Nazionale maggiore. Prende il suo posto Politano, mai capace di incidere per tutto il match.

MEGLIO I PADRONI DI CASA  –  L’inerzia del match è subito chiara, perché l’Empoli ha voglia di allontanarsi dal fondo della classifica e vuole approfittare del turno interno per farlo. Krunic mostra subito buona personalità e non fa rimpiangere Saponara, più timido Buchel che è anche costretto a lasciare il match prima dell’intervallo, lamentando un dolore al petto. La pressione dei toscani è a tratti asfissiante ma di palle-gol se ne vedono poche, la più nitida porta la firma di Maccarone (bella girata su azione da calcio di punizione, palla che sfila a lato); poco il lavoro per Consigli, che comunque vive una tensione continua vista la spinta dei padroni di casa, mentre per Skorupski è un primo tempo da spettatore.

BIG MAC TROVA IL COLPO DA TRE PUNTI – Comincia così anche la ripresa, con Krunic che fallisce l’occasione buona per il vantaggio, ma il Sassuolo cresce col passare dei minuti. È anche effetto dei cambi, soprattutto dell’uscita di Politano in favore di Sansone, che subito regala il primo brivido a Skorupski. Zielinski prova ad insidiare Consigli in un paio di occasioni, mentre il subentrato Livaja fa tanto fumo senza concludere granché. La svolta arriva a due minuti dal novantesimo: Vrsaljko mette in corner un innocuo cross dalla destra, il successivo tiro dalla bandierina vede Terranova sorpreso dal doppio attacco di Costa e Maccarone, con Big Mac in seconda battuta a schiacciare di testa il pallone che vale l’1-0.

AZZURRI IN DIECI NEL RECUPERO – Restano sette minuti, recupero compreso, da giocare, ma il Sassuolo ha solo la spinta dei nervi in suo favore, mentre i toscani sono bravi a spezzettare il gioco, usando ogni maniera possibile (incluso il fallo di mano che costa il secondo giallo a Zielinski). Ad esultare è l’Empoli, che si porta a quota 7 grazie al suo primo successo interno in campionato. Per i neroverdi, invece, c’è un ko che obbligherà ad un esame di coscienza: per il salto di qualità manca ancora più di qualcosa.
 
EMPOLI-SASSUOLO 1-0 (0-0)
EMPOLI
: Skorupski 6; Laurini 6.5 (34′ st Zambelli sv), Tonelli 6.5, Costa 6, Mario Rui 6.5; Zielinski 6, Diousse 6.5 (16′ st Livaja 5), Buchel 6 (43′ pt Maiello 6); Krunic 6.5; Pucciarelli 6.5, Maccarone 7. In panchina: Pugliesi, Pelagotti, Piu, Ronaldo, Camporese, Barba, Bittante. Allenatore: Martuscello (Giampaolo squalificato) 7.
SASSUOLO: Consigli 6; Vrsaljko 5, Terranova 5.5, Cannavaro 6, Peluso 5.5; Missiroli 5.5, Magnanelli 6, Duncan 6 (26′ Laribi 6); Politano 5 (16′ st Sansone 6.5), Defrel 5.5, Floro Flores 6 (34′ st Falcinelli sv). In panchina: Pomini, Pegolo, Pellegrini, Biondini, Longhi, Ariaudo, Gazzola, Fontanesi. Allenatore: Di Francesco 5.
RETI: nel st 43′ Maccarone
ARBITRO: Calvarese di Teramo
ANGOLI: 5-2 per l’Empoli
RECUPERO: 2′ e 5′
AMMONITI: Terranova, Tonelli, Peluso, Vrsaljko
ESPULSO: Zielinski al 90′ per somma di ammonizioni

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 273 volte