Simoni: “Sarri e Sousa sono stati discussi a prescindere, ed è un’ abitudine tutta italiana quella di giudicare prima di vedere”

simoniLuigi Simoni, ex tecnico del Napoli e della Fiorentina è intervenuto a Radio Blu dichiarando quanto segue:“Prevedo una bella partita tra le due squadre che giocano il calcio più bello d’Italia. La Fiorentina sta facendo qualcosa di grandioso e il Napoli ha un attacco formidabile. E’ una situazione strana, perché senza la Juventus è tutto diverso. I bianconeri non possiamo toglierli definitivamente ma questo inizio di campionato è stato traumatico.Sousa? Con me all’Inter non giocò molto, davanti aveva giocatori come Simeone e Zanetti, ma era un giocatore incredibile. In quel momento io però avevo bisgono di qualcosa di diverso, giocavamo in contropiede e lui è invece un esteta del calcio. Ha sempre prediletto la qualità tecnica. Sarri? Era stato discusso anche Sousa all’inizio. E’ una brutta abitutudine tutta italiana quella di giudicare senza conoscere prima i protagonisti e vederli all’opera. Sarri sta dimostrando di essere un grande allenatore e a Napoli non è semplice. Sousa allenatore? Si vedeva, aveva una personalità straripante e anche nello spogliatoio si faceva sentire. Ero sicuro che sarebbe diventato un allenatore di alto livello. Sono molto contento per lui, è davvero un bravo ragazzo e molto intelligente. Kalinic? So che lo ha richiesto espressamente Paulo, ma in questi casi i meriti vanno condivisi con tutta la società”.

fonte – firenzeviola.it

Commenti

Questo articolo è stato letto 939 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!