Marcello Altamura: “Se il Napoli vuole competere fino in fondo deve prendere giocatori affidabili”

GiuntoliDeLaurentiisSarriSassuoloMARCELLO ALTAMURA, giornalista di Cronache di Napoli, è intervenuto a “FUORI GARA”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, in onda dal lunedì al venerdì dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Fabio Tarantino. Ecco quanto ha affermato: “Contro la Fiorentina il Napoli ha vinto con merito, soffrendo relativamente poco. Questa squadra è compatta e sta anche imparando a soffrire: dopo il gol di Kalinic è riuscita a riprendersi immediatamente ed è tornata in vantaggio con Higuain. Il Napoli crede in quello che sta facendo. Il merito più grande di Sarri è stato quello di essere riuscito a parlare con determinati calciatori. Quando è stato ingaggiato dal Napoli molti si sono domandati chi fosse questo allenatore proveniente da Empoli. Sarri, però, è stato molto intelligente a toccare le corde giuste di alcuni calciatori, che ora si impegnano al massimo perché c’è un’idea di fondo che coinvolge tutti. Reina? Ha grande esperienza, oltre a essere leader è un giocatore determinante: se lo scorso anno fosse rimasto il Napoli poteva qualificarsi in Champions League. In Europa League probabilmente rivedremo Gabriel, Maggio, Chiriches ma non ancora Strinic. Mercato? Se il Napoli vuole competere fino in fondo deve prendere giocatori affidabili. Ricordo ancora quanto accaduto nel 2011: il Napoli lottava per lo scudetto ma a gennaio arrivarono Mascara e Ruiz, mentre il Milan, che poi vinse lo scudetto, si rinforzò sensibilmente con Cassano e Van Bommel. Gabbiadini? E’ giusto e normale che abbia voglia di giocare, ma il Napoli sta lottando per il vertice e le squadre di vertice devono avere rose ampie. Rugani? E’ un usato sicuro che potrebbe fare al caso del Napoli, ma non so se la Juventus se ne priverà. E’ chiaro che il profilo di questo nome è quello giusto”.

Commenti