Gli interventi di Dino Zoff, Franco Ordine e Maurizio Pistocchi a Radio Punto nuovo

Zoff: “Il Napoli si è un po’ smarrito, ma una buona gara con la Juve equivale a risorgere”

A Radio Punto Nuovo nel corso di Punto Nuovo Sport Show è intervenuto Dino Zoff: “se un portiere gioca con i piedi bene tanto meglio, ma non sopportiamo quello che deve essere un ruolo delicatissimo vero quello del portiere che non si può permettere di sbagliare neppure nelle intenzioni. Va salvaguardata la funzione, la tecnica, il modo di stare in porta. poi, certamente uno può essere bravo con i piedi e la gioca, ma non bisogna dimenticare le caratteristiche importanti del portiere che sono la tecnica, la presa, le uscite alte, coordinazione, eccetera. si mettono in evidenza cose importanti ma meno sostanziali. Uscita dal basso? mi sembra di vedere a volte un possesso palla esagerato al limite del centrocampo o anche in difesa. Si tratta di un possesso palla molto difensivo perché così si rischia di meno. Gli arbitri, oggi, sono di una fiscalità esagerata tramite. È un calcio meno fluido. Guardiola oggi non fa più solo possesso. Il Napoli? Si è un po’ smarrito perché ha avuto un sacco di assenze da Osimhen a Mertens. La partita con la Juventus è una bella gara perché equivale a risorgere con una buona prestazione. La Juve ha tutte le motivazioni invece per continuare ad inseguire il primato ed è una partita molto importante. Tensioni Agnelli-Conte? Sono cose che accadono, cose di campo. Ok la furbizia, ma non bisogna pensare di ingannare l’arbitro. Il calcio è sempre stato sport e spettacolo, non deve essere esasperazione”.

Franco Ordine: “Gattuso sfortunato! Napoli, ambiente e gruppo colpiti da un pessimismo cosmico”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show è intervenuto Franco Ordine, giornalista: “Ammiro tutti coloro che sono lontani dal pensiero unico. Il periodo di sfiga capita a tutti e capisco il disappunto di Gattuso di fronte ad un periodo del genere. Credo che però uno come lui possa trovare le migliori risposte in un momento del genere dal suo gruppo. Non è uno cresciuto nella bambagia. Il secondo tempo di Bergamo, dopo il 2 a 1, con la tremarella venuta a Gasperini, mi sono piaciuti. Ma ci voleva qualcosa in più di 10-15 minuti per conquistare la finale. C’è una sorta di pessimismo cosmico che condiziona. E’ un qualcosa che mi raccontava anche Carlo Ancelotti quando allenava il Napoli. Quando si innesca un periodo del genere, Gattuso si può chiudere con la squadra e fare blocco unico. Da qui fino a giugno, la società non deve fargli sentire il calore, ma almeno un appoggio istituzionale”.

Pistocchi: “Napoli a Bergamo disastroso, ma la rosa è inferiore solo a quella della Juventus”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show è intervenuto Maurizio Pistocchi, Mediaset: “il Napoli che ho visto a Bergamo il primo tempo è stato disastroso, ognuno giocava per conto suo, si cercavano di risolvere le cose con giocate individuali. Il dominio dell’Atalanta è stato totale. Nel secondo tempo c’è stata una reazione nervosa oltre che un cambiamento di disposizione e c’è stata una reazione più di nervi che di gioco. Il Napoli ha perso perché è stata inferiore all’Atalanta. qualità come ha espresso ad inizio stagione. perché altrimenti diventano inutili tutti i discorsi fatti sulla validità della rosa, le assenze devono essere compensate dalla qualità di gioco. Mi ha stupito che il Napoli non ha mai preso un Albiol, manca una guida, si fanno errori individuali anche banali. Forse, De Laurentiis ha rotto con Ancelotti un po’ troppo in fretta. Se fossi nei Laurentis non toccherei niente fino alla fine del campionato, intervenire in corso è sempre molto difficile e delicato. Non prenderei decisioni di pancia, ma data la massima tranquillità alla rosa ed all’allenatore. Gli alti ed i bassi ci sono: ma il Napoli sembra aver perso identità. Sicuramente quella con la Juve è una partita importantissima per il futuro del Napo

Commenti