MARAN: Il Napoli è una squadra forte organizzata, ma il Chievo sta bene e possiamo mettere in difficoltà chiunque.

Il primo pensiero è per Federico Mattiello, il secondo per il Napoli. «Non ci sono parole, la sfortuna quest’anno pare si sia accanita contro di lui. Domenica aveva ritrovato il campo e ieri si è fatto male nuovamente. Tutto questo lo sta mettendo a dura prova, ma lui è forte. Ha temperamento. E supererà anche questo momento», le prime parole di Rolando Maran il giorno dopo l’infortunio di Mattiello, che ieri pomeriggio a Veronello nell’amichevole con la Primavera ha riportato una forte distorsione alla caviglia destra con la conseguente frattura composta della parte distale della tibia. «Sappiamo di che pasta è fatto Federico – ha proseguito Maran – siamo tutti scossi per quel che è successo. Mattiello ha un futuro incredibile, tutto questo rallenterà la sua crescita ma non la pregiudicherà. Gli siamo tutti molto vicini». Maran si è poi spostato verso il Napoli, avversario del Chievo domenica sera (inizio alle 20.45) al Bentegodi. «Per contrastare una squadra di questo valore – ha sottolineato Maran – dovremo far leva su ogni leva, sia fisica che emotiva. È un periodo in cui il Napoli riesce a mettere tutti sotto, ma noi non vogliamo farci mettere sotto dal Napoli. Il momento di forma e il valore del nostro avversario dovranno far alzare la nostra soglia di attenzione. Il Napoli è una squadra forte e ben organizzata, ma il Chievo sta bene. Quindi possiamo mettere in difficoltà chiunque. Anche questo Napoli».

l’arena

Commenti