Sousa: “Con l’Udinese Fiorentina al massimo. Juve? Lotta per scudetto”

L’obiettivo è uno solo, tornare a vincere per restare lassù. “Questa settimana ci ha dato la possibilità di recuperare ed è importante pensando alla gara con l’Udinese – ha detto Paulo Sousa – perché dovremo scendere in campo col piede sull’acceleratore per ottenere il massimo e al tempo stesso gestire al meglio la benzina nel serbatoio”. Già, perchè la Fiorentina è attesa nei prossimi ad impegni decisivi in Europa League come in campionato, dove la lotta per lo scudetto sta coinvolgendo anche la rilanciata Juve. “E’ sempre stato un pericolo – spiega l’allenatore dei viola – ha avuto qualche difficoltà all’inizio ma, per la sua storia, la sua cultura, non poteva non tornare. Hanno sempre lottato per lo scudetto e sarà così pure in questa stagione. La mia squadra comunque lavora per crescere e ha ancora margini”. Serve però qualche rinforzo a gennaio e, secondo i tifosi ricordando i due rigori non concessi ai viola lunedì col Sassuolo, arbitraggi più attenti come invocato anche da certi club (come l’Inter) che si sono lamentati pubblicamente. “Io cerco sempre di non analizzare i comportamenti degli arbitri, va fatto nel posto giusto. Vedo però altri miei colleghi importanti che si fanno sentire per raccogliere poi e questo mi induce a qualche ragionamento. Mi auguro che quanto stiamo facendo ci porti a ricevere rispetto dagli arbitri. Quanto al mercato, la società sa quello che ho chiesto per rimanere a questi livelli”.

Intanto oggi il tecnico ha pranzato con Andrea Della Valle, i giocatori e le rispettive famiglie al Centro sportivo dopo l’allenamento. Ma adesso incombe l’Udinese contro cui Sousa scioglierà solo all’ultimo i rebus di formazione, specie in attacco dove accanto al confermato Kalinic sono in lizza Babacar, Ilicic e Rossi. A proposito di quest’ultimo ha dichiarato: “Non mi da’ fastidio la pressione nei suoi riguardi. Comprendo lo stato d’animo delle varie parti nello spingere al massimo l’interesse dei singoli, ma conta solo la Fiorentina”. Verso la conferma Bernardeschi che in settimana è stato accostato a Barcellona e Bayern Monaco: “Lo vedo come sempre tranquillo ed è così che deve essere, perchè nel calcio come nella vita le cose cambiano in fretta. Il fatto che su di lui ci sia grande attenzione significa che stiamo facendo tutti un ottimo lavoro”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 257 volte