Napoli: Kramer resta priorità, Leverkusen chiede 20 milioni

NAPOLI – A volte ritornano. Il nome, a dire il vero, non è mai sparito dai radar di mercato del Napoli. Christopher Kramer è tornato d’attualità perché il diesse Giuntoli vorrebbe regalare a Sarri un centrocampista di alto livello. Il Bayer Leverkusen, però, non fa sconti: servono almeno 20 milioni di euro per imbastire una trattativa. Il giocatore, già cercato nell’estate 2014, stavolta non si metterebbe di traverso, come ha confermato Emanuele Marchetti, l’agente Fifa che è vicino all’entourage del calciatore. “Se Kramer  non avesse giocato la finale del Mondiale  –  ha spiegato a radio Crc  –  probabilmente sarebbe già un giocatore del Napoli. Quella vittoria ha cambiato tutti i piani e Kramer ha deciso di restare in Germania. Noi finora non abbiamo avuto nessun contatto, posso soltanto dire che stavolta sarebbe pronto a valutare l’offerta perché è impossibile rifiutare Napoli. Se Giuntoli vuole, noi siamo disponibili a sederci intorno ad un tavolo e parlare”. I prossimi giorni saranno decisivi. Il diesse azzurro continua a seguire Andrè Gomes, ma il Valencia fa muro, e lo svizzero Granit Xhaka del Borussia Moenchengladbach che costa tra i 16 e i 18 milioni di euro. Sempre difficile la pista Vecino che la Fiorentina non vuole cedere ad una diretta concorrente per lo scudetto.

IL PUNTO SULLE CESSIONI – Henrique è destinato al Fluminense anche se Gremio e Flamengo non hanno ancora mollato la presa. Resta da valutare la posizione di De Guzman: il Bournemouth sembra aver cambiato idea e il giocatore olandese, dal canto suo, lamenta ancora qualche acciacco. “Lascerà sicuramente il Napoli  –  dice il procuratore Fabio Parisi a radio Marte  –  ha un problema di pubalgia che va affrontato e risolto, magari con una piccola operazione. Jonathan potrebbe tornare a disposizione a fine gennaio e quindi questo eventuale intervento non dovrebbe pregiudicare una sua partenza. Il Bournemouth è un’opzione, ma ci sono richieste anche da Spagna e Germania”.
 

serie A

ssc napoli
Protagonisti:
Fonte: Repubblica

Commenti