Torino, Cairo: ”Quagliarella l’ho perdonato”. Vicinissimo il ritorno di Immobile

MILANO – Se i tifosi del Torino non hanno perdonato Quagliarella per le scuse plateali al pubblico del Napoli dopo il rigore realizzato al San Paolo, il presidente granata Urbano Cairo si dimostra più clemente con il suo attaccante: ”L’ho rimproverato, ha fatto un errore ma l’ho già perdonato. Non ho apprezzato il suo gesto: si può decidere di non esultare per rispetto ma chiedere scusa al pubblico degli avversari è una leggerezza che non si fa”.

”NON VUOLE ESSERE CEDUTO” – Lo strappo però sembra difficile da ricucire: domenica scorsa i tifosi lo hanno preso di mira con cori e striscioni e Ventura lo ha lasciato tutta la gara in panchina. Cairo tuttavia crede nella pace: ”Fabio è un bravo ragazzo, nato nel Toro e che vuole bene a questi colori. Il nostro pubblico è appassionato e saprà perdonarlo. Il ragazzo ha voglia di continuare a dimostrare il proprio lavoro e non ha chiesto di essere ceduto”.

IMMOBILE A UN PASSO – Intanto però il Torino cerca rinforzi in attacco. Belotti fatica a esplodere, il gol di Quagliarella ha spezzato un digiuno che durava da oltre tre mesi e Martinez, domenica contro l’Empoli, ha fallito troppe occasioni. Perciò si lavoro per il grande ritorno in granata di Ciro Immobile. Cairo lancia qualche segnale: ”Io di mercato parlo solo a cose fatte – spiega il presidente granata -. Non sono troppo favorevole ai cavalli di ritorno, ma esistono delle eccezioni. Abbiamo giocatori importanti come Belotti su cui abbiamo investito molto, poi se uno tra Cerci e Immobile dovesse tornare…”. Chiusura dedicata alla telenovela Maksimovic-Napoli: ”L’obiettivo è tenerlo, gli ho chiesto di restare almeno fino a giugno. Domenica mi ha impressionato per personalità e autorevolezza”.

torino fc

serie A
Protagonisti:
urbano cairo
Fabio Quagliarella
Fonte: Repubblica

Commenti