Sergio Curcio: “A me piace tanto Poli, è un giocatore più tecnico di David Lopez ed è in grado di ricoprire il ruolo di mezzala”

curcioSERGIO CURCIO, giornalista del sito PerSempreNapoli.it, è intervenuto a “FUORI GARA”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Fabio Tarantino. Ecco quanto ha affermato: “Il Napoli è primo meritatamente. Nel girone d’andata le uniche due squadre che ci hanno messo in difficoltà sono state Sassuolo e Fiorentina. Il grande merito di Di Francesco è stato quello di credere nel progetto di Squinzi. È un serio candidato ad allenare una big in futuro. Il Sassuolo non è più una sorpresa e, in proporzione, il lavoro di Squinzi è simile a quello di De Laurentiis nel migliorare l’organico anno dopo anno. Il Sassuolo è l’unica squadra di Serie A che gioca con nove titolari italiani, ed è una squadra che ha il giusto mix di esperienza e gioventù. La mentalità di Di Francesco è una sintesi tra le esigenze di spettacolo e quelle tattiche e di copertura della Serie A. Il Sassuolo si difenderà ma non rinuncerà a giocare, ed anzi potrebbe mettere in difficoltà il Napoli con le sue ripartenze. Magnanelli è la vera anima del gioco di centrocampo dei neroverdi, ma anche Duncan e Missiroli sono due giocatori utilissimi. Mercato? Il Napoli non sta lavorando solo per gennaio ma anche, e soprattutto, per giugno. Giuntoli è uno che con i giovani ci sa fare ed ha uno scouting personale molto attento. In questo momento servono giocatori pronti e funzionali al sistema di gioco di Sarri, che ne sappiano capire l’essenza e lo spirito e che sappiano trasferirlo in campo. Personalmente punterei su calciatori che già conoscano il nostro campionato. A me piace tanto Poli, è un giocatore più tecnico di David Lopez ed è in grado di ricoprire il ruolo di mezzala. Inoltre apprezzo sia Widmer che Zielinski, entrambi di proprietà dell’Udinese”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 523 volte