Bari calcio, dal Napoli arrivano Dezi e Tutino: subito in campo contro il Pescara

La carica degli ultimi arrivati per sbancare Pescara. Camplone non vuole perdere tempo: da quello che si è visto in allenamento, Cissokho e Dezi potrebbere essere gettati subito nella mischia per la partitissima dell’Adriatico. Fare giocare immediatamente il senegalese è quasi un’esigenza, per l’emergenza che si è venuta a creare sulla corsie esterne per la cessione di Sabelli e i problemi di Del Grosso.

Dezi, che ha potuto dire finalmente sì al Bari, è in concorrenza con Defendi e soprattutto con Valiani, che torna a disposizione dopo avere scontato un turno di squalifica. Per come Camplone lo ha voluto in questo mercato di gennaio, si intuisce che non vede l’ora di vederlo inserito nel suo Bari. Ed è facile che dall’inizio, o a partita in corso, Dezi faccia il suo debutto in maglia biancorossa.

“Ho tanta voglia di giocare e di vincere con il Bari. Dobbiamo cercare di arrivare in A”, le parole del centrocampista, rimasto fino all’ultimo in bilico per l’infortunio occorso a Grassi, il giocatore che di fatto lo ha sostituto nell’organico del Napoli. “Ho scelto Bari perché è la società più blasonata della serie B”, ha aggiunto Dezi.

“Arrivo in una piazza importante e con tanta passione come quella di Napoli, dove ho imparato molto. Ai tifosi prometto solo il massimo impegno”. Per caratteristiche tecniche si tratta di un centrocampista che ama inserirsi per cercare la via della rete. Conosce molto bene il campionato cadetto, avendo giocato due stagioni da titolare nel Crotone.

A Bari è giunto in compagnia, perché dal Napoli è arrivato anche il 19enne attaccante Gennaro Tutino, mandato a farsi le ossa, come si dice in questi casi. È tramontata invece definitivamente la trattativa col Como per l’acquisto del terzino sinistro Jakimovski, che pure era sembrato a un passo dal Bari. Le pretese della società lariana sono sembrate eccessive per il club biancorosso, che per il terzino sinistro deve cambiare obiettivo. Sul fronte delle partenze si registra una frenata per quella di Sansone, che sembrava vicinissimo al Livorno.

L’orientamento del Bari è recuperare quello che era forse stato il fiore all’occhiello della campagna acquisti estiva. Spedito in tribuna da Camplone nella gara contro il Vicenza, potrebbe avere presto l’opportunità di dimostrare tutto il suo valore. Non sembrano invece rientrare nei piani del tecnico Romizi, Donati e Petropoulos. Per il mediano del Bari della remuntada ci sarebbe l’interessamento dello Spezia, che avrebbe proposto uno scambio con lo spagnolo Juande.

Si cerca una sistemazione per Donati, così come per l’attaccante greco. È già tornato all’Inter il giovane Camara, zero presenze con la maglia biancorossa. La tifoseria si prepara intanto per il maxiesodo a Pescara: fino a ieri era già stati venduti 1.500 biglietti di curva Sud, che il club abruzzese ha completamente destinato ai fans del Bari. Già riempiti 13 pullman, ma saranno in molti a muoversi autonomamente.

In fase di definizione un raduno nei pressi dell’antistadio, intorno alle 8 di domattina, con gli agenti della Digos pronti a scortare fino a Pescara la carovana biancorossa. I precedenti tra le due tifoserie non sono stati sempre edificanti, ma dallo scorso anno, grazie ai buoni rapporti tra i presidenti Paparesta e Sebastiani, la situazione è migliorata. A dirigere il match sarà Ghersini di Genova, alla terza gara stagionale con il Bari: l’ultima nella vittoriosa trasferta di Cesena.

repubblica

Commenti