Avvocato Pisani, ricorso inoltrato, i dettagli

Striscione Vesuvio lavaci DMF_6982 Napoli Carpi 7/2/2016 foto De MartinoL’avvocato Pisani ha inoltrato il ricorso che é giunto al Tar.  Ecco quanto segue nella dichiarazione avanzata dall’avvocato:

PER L’ANNULLAMENTO, PREVIA SOSPENSIONE E PREVIA ADOZIONE DI MISURE CAUTELARI MONOCRATICHE , AI SENSI DELL’ART. 56 COD. PROC. AMM.: ​
a) in parte qua ​del Decreto del Prefetto di Torino, prot. n.007060/2015 del 01.02.2016, recante prescrizioni in

occasione dell’incontro di calcio previsto per il giorno 13.02.2016 presso lo Juventus Stadium di Torino tra le squadre della Juventus e del Napoli, ed in particolare:
– sospensione dei programmi di fidelizzazione per la società Napoli Calcio;
– divieto di vendita dei tagliandi di accesso ai residenti nella Regione Campania;
b) della nota del Questore di Torino Cat. A4/16 Gab. Del 13.01.2016 di cui si ignorano i contenuti se ed in quanto lesiva;
c) di ogni altro atto e/o provvedimento di cui si ignorano estremi
e contenuti preordinato, connesso e conseguente se ed in quanto lesivo, ivi compresa la determinazione prot. n. 35/15 del 23.9.2015 del Comitato di analisi per lo svolgimento delle manifestazioni sportive (di seguito CASMS), mai comunicata né altrimenti
conosciuta.

L’avvocato Pisani tra l’altro ha precisato che i ricorrenti, fra i quali stimati professionisti ed esponenti del
mondo accademico e culturale, sono accomunati fra l’altro dalla passione calcistica per la squadra sportiva del Napoli. E come tali
hanno acquistato, anche quest’anno, gli abbonamenti per la partite «casalinghe» del Napoli e partecipano regolarmente alle trasferte della loro squadra del «cuore», specie in occasione degli incontri di maggiore richiamo. Ed è bene chiarire che i ricorrenti risultano titolari della cd. «tessera del tifoso» che è lo strumento di «fidelizzazione» adottato dalle società di calcio, in ossequio al progetto lanciato dall’Osservatorio Nazionale sulle manifestazioni sportive al fine, da un lato, di prevenire e reprimere i fenomeni di violenza connessi a competizioni calcistiche e, dall’altro, di sostenere la diffusione dello sport e la partecipazione gratuita dei minori alle manifestazioni sportive.
Orbene, in occasione di quello che si prefigura come il più importante match della stagione calcistica del campionato italiano
di serie A fra le squadre della Juventus e del Napoli – fissato per il prossimo 13.2.2016 presso lo Juventus Stadium di Torino – il
Prefetto della Provincia di Torino.

Presentato il ricorso poiché l’interesse dei ricorrenti è limitato alla possibilità di partecipare all’evento sportivo che, invece, è espressamente impedita ai soli residenti della Regione Campania, è evidente che gli effetti del provvedimento impugnato ricadono nell’ambito territoriale del T.A.R. adito.2.
VIOLAZIONE E FALSA APPLICAZIONE DELL’ART. 2 R.D.
18.6.1931 N. 773. VIOLAZIONE E FALSA APPLICAZIONE L. 4.4.2007 N. 41.
VIOLAZIONE E FALSA APPLICAZIONE DELL’ART. 1 ​OCTIES DEL DECRETO-LEGGE 24.2 2003, N. 28, CONVERTITO CON
MODIFICAZIONI DALLA LEGGE 24.4.2003, N. 88, COME INTEGRATO DALL’ART. 1 DEL DECRETO-LEGGE 17.8.2005, N. 162,
CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE 17.10.2005, N.21.
VIOLAZIONE FALSA APPLICAZIONE DELLE CIRCOLARI MINISTERIALI DEL 14.8.2009 E DEL 16.12.2009. INESISTENZA DEI
PRESUPPOSTI DI FATTO E DI DIRITTO. ECCESSO DI POTERE PER PRESUPPOSTO ERRONEO. DIFETTO DI MOTIVAZIONE. CARENZA
DI ISTRUTTORIA. MANIFESTA INGIUSTIZIA. ILLOGICITÀ. SVIAMENTO.
L’avvocato termina con la richiesta in cui si chiede l’adozione di provvedimenti monocratici cautelari, ai
sensi dell’art. 56 cod. proc. amm., atteso che diversamente l’interesse dei ricorrenti verrebbe irrimediabilmente leso,
in considerazione dell’imminenza sabato 13 febbraio 2016 ​data dell’evento sportivo. In assenza di simili misure i ricorrenti, pur in
possesso dei requisiti di comprovata onorabilità e serietà, perderebbero la possibilità di partecipare all’evento in
assenza di ogni vaglio della legittimità del provvedimento.
fonte – gonfialarete.com
Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!