Allegri: “Nessun rimpianto, il derby vale un pezzo di scudetto”

“Rimpianti non ce ne sono, per diventare grandi bisogna passare da questi momenti, per dimostrare di essere forti e vincenti bisogna essere bravi in questi momenti a saper incassare i colpi, resistere e reagire. E’ troppo facile dare sempre colpi e la partita di domani è importante, bisogna avere una reazione non nevrotica, serve fare una partita attenta come abbiamo fatto fino ad ora. Ma siamo in testa al campionato, dobbiamo restarci fino in fondo”. Massimiliano Allegri vuole lasciarsi alle spalle l’eliminazione in Champions per mano del Bayern e si concentra sul derby di domani e sulla corsa scudetto. “La delusione è normale che ci sia ma siamo in testa al campionato e in finale di Coppa Italia oltre ad aver vinto la Supercoppa – continua Allegri – Uscire agli ottavi col Bayern ci può stare, ma questo non deve intaccare il nostro cammino verso la vittoria del campionato. Mancano 9 partite, domani dobbiamo fare un altro passo avanti per avvicinarci al 16 maggio dove dobbiamo essere in testa al campionato. Ora dipende da noi. Bisogna guardare avanti, domani è una partita che vale un pezzo di scudetto, il risultato di mercoledì non si può cambiare, sono cose della vita, che bisogna affrontare vedendo il positivo. Fino ad ora la squadra ha fatto un cammino importante ma ancora non ha fatto niente. La partita di domani è più importante di tutte quelle passate”.

Allegri sa che “per il Torino è la partita della stagione, per salvare la stagione, è un derby e bisogna essere pronti dal punto di vista mentale, dell’approccio alla partita. Sarà una partita fisica e ci vorrà molta calma”. Nessuna replica a Ventura sugli errori arbitrali pro Juve nei derby (“Non ricordo neanche l’arbitraggio di mercoledì”), per quanto riguarda il modulo il tecnico conferma la difesa a 3. Non ci saranno Marchisio e Chiellini, torna fra i convocati Dybala.
Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 247 volte