Agnelli: “Champions obiettivo, non più solo sogno”

“Ogni tanto mi guardo indietro con estremo orgoglio, penso a ciò che abbiamo fatto in questi anni… Natale è un momento di riflessione, in cui si sta in famiglia, anche se quest’ anno, per la prima volta, durante le festività dovremo rimanere concentrati sul campo”, gli occhi e i riflettori sono tutti puntati su di lui, su Andrea Agnelli. Il presidente della Juventus prende la parola alla cena di Natale che ha visto presente tutto l’universo bianconero, parole importanti che affondando le radici nel passato e proiettano la squadra al futuro. E non è un caso che Agnelli chiami sul palco accanto a sé i giocatori che hanno conquistato tutti e sei gli scudetti: Buffon, Barzagli, Lichtsteiner e Marchisio. Non c’è Chiellini, bloccato da altri impegni, non c’è Bonucci, trasferitosi al Milan, ma Agnelli ha una parola anche per lui. “Con grande affetto c’è anche chi sposta gli equilibri ma non è più qui: bisogna ricordare anche Leo che ha vinto sei scudetti. Pensare a quello che hanno fatto questi ragazzi è qualcosa di straordinario, e così l’abbiamo definito. Sono state scritte pagine di storia del calcio: penso alla Juve del Quinquennio, al Grande Torino e non posso che pensare a questa Juventus. Che però è andata oltre, perché con sei scudetti di fila ha scritto una pagina di leggenda”, si legge su ‘La Stampa’.

“La Champions è un obiettivo, non più un sogno”

Il numero uno bianconero torna a guardare indietro per poi dare una maggiore carica alla Juventus di oggi, quella che lotta per lo scudetto e che negli ottavi di finale di Champions League affronterà il Tottenham. “Finali perse contro Barcellona e Real Madrid? Abbiamo non uno, ma due sassolini nelle scarpe: li conosciamo e sappiamo che gli obiettivi e l’ orizzonte devono allargarsi. È l’ Europa, ci teniamo: quest’ anno sappiamo che è un obiettivo mentre anni fa partivamo con un sogno. È un sogno anche quest’ anno, però l’ Europa ci ha dato una nostra dimensione”. Andrea Agnelli poi aggiunge: “Credo che quello che ha fatto la differenza in questi anni, e che dovrà continuare a farla, e lo dico a tutti, siano il sacrifico, il lavoro, lo spirito di abnegazione. La famiglia, il cuore pulsante della Juventus”, parola di presidente.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 633 volte