Amauri: “Higuain rientra certamente tra i primi tre attaccanti al mondo per come gioca, per come fa giocare la squadra e per come fa gol”

A Radio Crc nel corso di “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Amauri Carvalho de Oliveira, calciatore

“Prima di andare a Napoli avevo lavorato un pò fuori. E’ stata dura, ma quando sono entrato in campo, tutti i sacrifici li ho dimenticati perché finalmente stavo calpestando i campi della serie A e Mondonico fu coraggioso a mettere in campo un ragazzino che aveva appena 20 anni.

Non credo che il Torino sarà scarico domenica nonostante abbia raggiunto il suo obiettivo. La squadra sembra in brande forma, ma col rientro di Higuain il Napoli è ancora più forte. Domenica si affronteranno due squadre in salute, per cui sarà una bella partita.

La Juve ha una mentalità pazzesca e nonostante quando giocai in bianconero era un anno complicato, devo dire che la mentalità della squadra è grandissima. Ci sono calciatori importanti come Chiellini, Buffon che sanno far crescere tutta la squadra.

Pensavo che il Napoli quest’anno potesse vincere lo scudetto, ma obiettivamente come organico la Juve è superiore perché mischia giovani a calciatori di esperienza.

Certamente Sarri preparerà al meglio la partita col Torino, ma queste due formazioni certamente esprimeranno uno bello spettacolo. Il Torino ha dei giovani importanti che stanno facendo bene mentre il Napoli ha un grande fenomeno in attacco. Higuain rientra certamente tra i primi tre attaccanti al mondo per come gioca, per come fa giocare la squadra e per come fa gol. Mi è sempre piaciuto, ma vederlo giocare in Italia mi piace ancor di più.

Ho ancora voglia di giocare, ma ci sono tante squadre che stanno investendo sui giovani e questo è un bene perché è fondamentale far acquisire esperienza a questi ragazzi”.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti