Ora il Milan tifa Inter. Salvezza: favorito il Palermo

Si lotterà fino all’ultimo, in Serie A: almeno su tre fronti. Sono ancora aperti, infatti, i discorsi che riguardano il secondo posto (per l’accesso diretto alla Champions), il sesto (che potrebbe valere la qualificazione in Europa League) e la salvezza, con una retrocessione in ballo. Analizziamo la situazione in vista dell’ultima giornata di campionato.

LOTTA PER IL SECONDO POSTO (Napoli 79 pt, Roma 77 pt)

Ultima giornata: Napoli-Frosinone, Milan-Roma

Sia Napoli che Roma hanno superato i propri avversari nell’ultimo turno. Spalletti ha provato a mettere pressione a Sarri, sorpassandolo per qualche ora, ma nel posticipo Higuain e compagni hanno ristabilito le distanze. Morale: tutto rimandato all’ultimo turno che vede una sfida sulla carta facile facile per il Napoli (magari buona per rimpolpare il bottino di reti del Pipita), in casa contro il Frosinone già retrocesso e una trasferta insidiosa per i giallorossi. Il Milan di Brocchi, in questo momento, non appare certo irresistibile, ma con un obiettivo ancora alla portata i rossoneri potrebbero tirar fuori le unghie.

La Roma, dopo una rimonta eccezionale, per centrare il secondo posto dovrebbe innanzitutto vincere a San Siro e sperare nella contemporanea sconfitta del Napoli (con cui lo sorpasserebbe) o in un pareggio (arrivando a pari punti, 80, i giallorossi sarebbero avanti per gli scontri diretti favorevoli).

% secondo posto: Napoli 85%, Roma 15%

LOTTA PER L’EUROPA LEAGUE (Sassuolo 58 pt, Milan 57 pt)

Ultima giornata: Sassuolo-Inter, Milan-Roma

Già assegnati i due posti per l’Europa League (Inter e Fiorentina), potrebbe liberarsi un’altra casella in caso di successo della Juventus nella finale di Coppa Italia (se vincesse il Milan, invece, i rossoneri si guadagnerebbero direttamente la qualificazione in Europa). Ecco perché il sesto posto assume tanta importanza. In poche parole, il Milan dovrà tifare Inter (affinché vinca o pareggi con il Sassuolo) e nel frattempo battere la Roma. Ai rossoneri non basta nemmeno il pareggio: se il Sassuolo dovesse perdere ci sarebbe infatti l’aggancio in classifica a 58 punti, ma la differenza reti negli scontri diretti premierebbe la squadra di Di Francesco (1-2 e 2-0).

% sesto posto: Sassuolo 70%, Milan 30%

LOTTA SALVEZZA (Palermo 36 pt, Carpi 35 pt)

Ultima giornata: Palermo-Verona, Udinese-Carpi

Verona e Frosinone già in B, manca la terza: se la giocano in due, con il Palermo nettamente favorito in virtù del punto di vantaggio in classifica e di un calendario che lo vede sfidare in casa l’Hellas senza più motivazioni (anche se contro la Juventus…). Non ha più nulla da chiedere nemmeno l’Udinese, per cui al Carpi restano queste opzioni: in caso di vittoria sui bianconeri, sperare nella sconfitta o nel pareggio del Palermo; in caso di pareggio contro l’Udinese, sperare nella sconfitta del Palermo che significherebbe arrivo a pari punti e salvezza per gli uomini di Castori grazie alla miglior differenza reti (negli scontri diretti sono pari).

% salvezza: Palermo 80%, Carpi 20%

Fonte: SkySport

Commenti