Crotone: dalla Promozione alla ‘A’, il ds Ursino resta in Calabria

Crotone: dalla Promozione alla 'A', il ds Ursino resta in CalabriaGiuseppe Ursino  CROTONE – In 21 anni ininterrotti da direttore sportivo ha accompagnato il Crotone dal campionato di Promozione alla Serie A. Sette categorie scalate, decine di talenti scoperti, un “modello” costruito e perfezionato nel tempo, fino a coronare il sogno della massima serie. Durerà almeno per altri tre anni il matrimonio tra il Crotone calcio e Giuseppe Ursino, che ha rinnovato il contratto fino al 2019.

Del resto il loro è un matrimonio talmente ben riuscito da aver reso il direttore sportivo l’unico ad aver portato la stessa squadra dai dilettanti alla Serie A, oltre che il più “longevo” grazie ad un rapporto iniziato nel 1995 e mai interrotto. Un rapporto che a questo punto, dopo 21 anni, va ben al di là del lavoro. “Sono felice e onorato – dice Ursino – di fare parte della grande famiglia del Crotone calcio. E devo ringraziare il presidente Raffaele Vrenna, il vice Salvatore Gualtieri, l’ad Gianni Vrenna per avermi rinnovato ancora una volta la loro fiducia. In tanti anni abbiamo costruito grandi cose, abbiamo condiviso un politica che abbina l’attenzione ai bilanci e al fattore tecnico, con la scoperta di tanti giovani talenti. E quest’anno credo che ci siamo superati”.

A proposito di talenti, anche quando si è trattato di scegliere la guida tecnica il Crotone ha spesso puntato su allenatori giovani e di belle speranze, che poi in tanti casi hanno fatto carriera. Una tattica che la società intende adottare anche dopo l’addio di Ivan Juric. “Non possiamo stravolgere la nostra politica, e non dobbiamo avere fretta – afferma il direttore sportivo – dobbiamo cercare con calma un allenatore giovane e soprattutto entusiasta, che possa dare continuità alle scelte che abbiamo fatto finora”. Probabile, dunque, che la società rossoblu provi a pescare tra i giovani tecnici che si stanno mettendo in mostra, alcuni dei quali sono impegnati nei play off di LegaPro. E per la squadra? “Vorremmo che l’ossatura restasse quella che tanto bene ha fatto quest’anno anche se prima di prendere qualsiasi decisione, sia in entrata che in uscita, vogliamo parlare con l’allenatore”. Le maggiori richieste dalla Serie A riguardano il difensore centrale Gianmarco Ferrari “anche se il mercato è ancora fermo; è troppo presto”. Altro pezzo pregiato della rosa è l’attaccante croato Ante Budimir “che cercheremo di trattenere”, come del resto Raffaele Palladino, che è in scadenza. “Per lui ci incontreremo col suo procuratore. Ci piacerebbe molto che restasse al Crotone”.

crotone calcio

serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 311 volte