Europei 2016 – L’Italia di Conte si presenta alla competizione con una squadra di poca qualità: fuori Jorginho e Bonaventura per Sturaro e Bernardeschi

Manca ormai qualche giorno al via degli Europei 2016 e il Ct della Nazionale italiana Antonio Conte, che il 23 maggio aveva pre convocato 30 giocatori da “osservare” per una settimana, ha finalmente operato le scelte definitive e convocato ufficialmente i 23 atleti che rappresenteranno l’Italia nel torneo a cui la gara tra Francia e Romania del 10 giugno prossimo darà il via! I migliori giocatori italiani secondo Antonio Conte sono i seguenti:

Portieri: Buffon (Juve), Marchetti (Lazio), Sirigu (Psg);

Difensori: Barzagli (Juve), Bonucci (Juve), Chiellini (Juve), Darmian (Manchester United), De Sciglio (Milan), Ogbonna (West Ham).

Centrocampisti: Bernardeschi (Fiorentina), Candreva (Lazio), De Rossi (Roma), El Shaarawy (Roma), Florenzi (Roma), Giaccherini (Bologna), Sturaro (Juventus), Thiago Motta (Psg), Parolo (Lazio).

Attaccanti: Eder (Inter), Immobile (Torino), Insigne (Napoli), Pellè (Southampton), Zaza (Juve).

Dopo aver lavorato a Coverciano per una settimana tentando di convincere l’ex juventino e attuale selezionatore dell’Italia Conte delle loro qualità e dell’ apporto positivo che avrebbero potuto dare ad una squadra mediocre come l’Italia, restano a casa Astori, Montolivo, Zappacosta, Benassi, Rugani ma soprattutto il fantasista del Milan Giacomo Bonaventura e il napoletano Jorginho a cui sono stati inspiegabilmente preferiti, rispettivamente, Bernardeschi e Sturaro. Va invece meritatamente in Francia a disputare qualche spezzone di partita agli Europei 2016 Lorenzo Insigne: dopo la straordinaria stagione disputata dal folletto di Frattamaggiore nel suo Napoli il neo tecnico del Chelsea si è visto quasi costretto a convocarlo, anche se a detta del suddetto tecnico, al napoletano non si addice perfettamente il suo modulo.

Queste sono in definitiva le decisioni del Ct dell’Italia, decisioni che stanno facendo discutere ma che restano inoppugnabili, fatto sta che la squadra che rappresenterà gli italiani durante l’imminente europeo conta ben 6 giocatori della Juventus dei quali soltanto Sturaro era in forse fino al momento dell’ufficializzazione dei 23 nomi, gli altri juventini pre convocati era risaputo che avrebbero sicuramente fatto parte del definitivo team azzurro. Una delle scelte a mio avviso opinabili è la convocazione  di una vecchia conoscenza di Conte dei bei tempi bianconeri, Ogbonna, difensore attualmente in forza al West Ham e che non certo brilla per qualità e sostanza … soprattutto considerando che un giovane affidabile come Alessio Romagnoli, uno degli atleti più positivi, insieme a Bonaventura (escluso quest’ultimo dopo il periodo di prova), nello sterile Milan di questa stagione, non è stato considerato nemmeno tra i 30 pre convocati di Coverciano. Non parte nemmeno Riccardo Montolivo, in questo caso a causa delle precarie condizioni fisiche, ed è dunque De Sciglio l’ unico milanista in rosa per la squadra di Conte. Lo stesso discorso fatto per Ogbonna vale a mio avviso per il trentunenne centrocampista del Bologna, ex Juve, Giaccherini, atleta non assolutamente eccellente ma che il ct ha voluto probabilmente “premiare” per la sua versatilità.

E veniamo al capitolo Jorginho! Non si comprende il motivo per cui un regista dalle qualità dell’italo-brasiliano, soprattutto in seguito all’infortunio di Montolivo, resti escluso dalle convocazioni finali. Parliamo di un atleta per il quale non è che parliamo noi che di mestiere non facciamo neanche gli avvocati, ma parlano gli inconfutabili numeri e soprattutto parla il buonsenso. Jorginho vanta una straordinaria forma fisica ed è il giocatore europeo che nell’arco della stagione appena conclusasi ha centrato il maggior numero di passaggi. Ha intelligenza e sagacia tattica … ma soprattutto se a rubargli il posto è uno juventino panchinaro che si chiama Sturaro e che in quanto a qualità e intelligenza è lontano anni luce dal napoletano, allora vuol dire che realmente il signor Antonio Conte ha operato delle scelte seguendo discutibili criteri geopolitici. C’è chi dice che il ct avrà avuto delle buone ragioni nell’effettuare determinate scelte … Le avrà avute sicuramente, vorrei ben vedere … il problema è che si presenterà a disputare un Campionato europeo, al cospetto di signore squadre, con un team senza qualità e in cui la regia del gioco sarà affidata a giocatori come Thiago Motta o De Rossi che in campo generalmente fanno altro. E’ ovvio che i conti si faranno alla fine e magari quest’Italia voluta dal tecnico del Chelsea farà anche un figurone ma se così non fosse Conte avrà gravissime responsabilità dettate dal fatto di aver operato scelte poco lucide ed obiettive!

Tilde Schiavone – Pianetazzurro.it

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 973 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!