Lazio: la panchina resta un giallo, e per l’attacco torna di moda Bergessio

Lazio: la panchina resta un giallo, e per l'attacco torna di moda BergessioBergessio con la maglia dell’Atlas  ROMA – Mentre il giallo allenatore continua a tenere banco (nonostante sia già virtualmente il nuovo ct, Lotito non ha ancora perso le speranze di arrivare a Ventura) la Lazio continua a sondare il mercato per allestire la rosa della prossima stagione.
 
SPUNTA BERGESSIO, COME UN ANNO E MEZZO FA… – Oltre alle trattative in corso per Pavoletti e Milik, e quella più difficile per Lapadula, dall’Argentina lanciano una nuova candidatura per l’attacco biancoceleste. In realtà si tratta di una vecchia conoscenza, già a un passo dalla Lazio nel febbraio 2015. Praticamente con la Sampdoria era tutto fatto, per uno scambio alla pari con Ederson nell’ultimo giorno della sessione di mercato invernale: alla fine però non se ne fece nulla, per colpa della cattiva abitudine di fare tutto all’ultimo secondo che ha contraddistinto negli anni il club di Lotito e per il telefono (spento) del trequartista brasiliano, che non rispose così alla chiamata in extremis del presidente della Lazio. “Grazie mille alla Lazio per l’interesse nei miei confronti, sono orgoglioso di essere voluto da un grande club”, aveva twittato lo stesso Bergessio dopo aver appreso di dover restare alla Sampdoria fino al termine del campionato.
 
DALL’ARGENTINA: “È SFIDA TRA LAZIO E BOCA JUNIORS” – Oggi il suo nome torna di moda, perché “El Lavandina” non si è adattato al campionato messicano (appena 8 gol in 37 presenze con l’Atlas) e sente una grande nostalgia dell’Italia, come confermato da un altro suo tweet, più recente, in cui ricorda i tempi al Catania, squadra di cui è ancora il bomber più prolifico in Serie A. I media argentini lo danno come possibile nuovo acquisto del Boca Juniors, che però – scrivono – dovrà superare la concorrenza della Lazio, di nuovo interessata all’ex Samp per completare il reparto d’attacco con un centravanti d’esperienza (compirà tra poco 32 anni) e già abituato alla Serie A. E il fatto che sia stato già a un passo, significa che il profilo è apprezzato dal club biancoceleste.
serie A

ss lazio
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti