L’Islanda senza paura, avvisa la Francia: «Il miglior match deve ancora venire»

«Il nostro obiettivo è sempre quello di vincere ogni partita e dare il 100 per cento. Potrebbe essere un cliché, ma siamo concentrati solo sulla partita contro la Francia»: così il ct dell’ Islanda, Lars Lagerback, a due giorni dallo storico quarto di finale contro la Francia. Dopo aver eliminato l’Inghilterra, la nazionale nordica non nasconde la sua ambizione di dare un altro ‘scossonè a Euro 2016 e sfida senza paura Pogba e compagni. Parlando in conferenza stampa ad Annecy, quartier generale islandese in terra di Francia, Lagerback confida nei punti di forza della sua squadra domenica sera contro la Francia.

«Si cerca sempre di trovare la forza e la debolezza in ogni squadra. Trovare punti deboli nei Blues è difficile – dice – Non importa se mancherà questo o quello, la qualità della squadra è buona. Ma penso e spero che possiamo fare alla Francia alcune domande a cui dovranno rispondere. Hanno una propensione all’attacco e questo ci potrebbe dare qualche opportunità. Dobbiamo concentrarci sul nostro gioco, però. Si tratta di quello che possiamo fare con la palla quando sono fuori posizione. Abbiamo migliorato questa fase contro l’Inghilterra e vogliamo fare ancora meglio contro la Francia».

Quella di domenica sera potrebbe essere una delle partite più importanti della carriera di Lagerback: «È difficile da dire, quando ci si trova in un torneo importante ci si trova in una bolla. La prossima partita è sempre la più importante – ha aggiunto – naturalmente quando poi la partita vale il passaggio del turno come in questo caso, allora sì è una delle più importanti della mia carriera. Penso che si possa essere d’accordo con me che abbiamo giocato bene tutta la competizione, e penso che si può essere d’accordo con me che la nostra migliore partita deve ancora venire – sottolinea il ct dell’ Islanda – La Francia ha giocatori che stanno giocando un ruolo chiave nelle migliori squadre del mondo. C’è una grande differenza tra la pressione che c’è sull’ Islanda e quella sulla Francia. I Bleus non possono perdere la partita, sarebbe orribile per la nazione francese. Ma il popolo islandese sarebbero felice se otteniamo una buona prestazione contro la Francia», conclude Lagerback.

ilmessaggero

Commenti

Questo articolo è stato letto 616 volte