Amichevoli: Fiorentina e Bologna ko con le tedesche, pari Toro. Ok Chievo e Atalanta

Amichevoli: Fiorentina e Bologna ko con le tedesche, pari Toro. Ok Chievo e AtalantaNikola Kalinic e Pepito Rossi dopo il gol al Leverkusen (lapresse) ROMA – La terza sconfitta consecutiva incassata dalla Fiorentina nel giro di pochi giorni non contribuirà certo a rasserenare l’animo dei tifosi viola, che aspettano ancora rinforzi di rilievo dal mercato. I gigliati, dopo i ko contro Cesena e Celta Vigo, vengono battuti 3-1 anche dal Bayer Leverkusen nel test disputato allo stadio ‘Alois Latini’ di Zell am See, in Austria. A preoccupare sono soprattuto le lacune del reparto difensivo, mentre le principali note liete arrivano dalla prestazione di Vecino a centrocampo e dall’intesa tra Rossi e Kalinic in attacco. Davanti a circa 500 spettatori, fra i quali anche il dg dei tedeschi, Rudy Voeller, e il ct della nazionale slovena, Srecko Katanec, Paulo Sousa presenta in avvio un 3-4-1-2, con Federico Chiesa alle spalle della coppia Babacar-Zarate.
 
KALINIC IN RETE SU ASSIST DI ROSSI – Alla prima vera occasione i tedeschi passano in vantaggio: all’8′ il Chicharito Hernandez smarca Oztunali che approfitta di un’amnesia viola e supera Tatarusanu. I viola rispondono con tre chance importanti, due volte con Vecino e una con Zarate, ma la rete del pareggio non arriva per via degli interventi del portiere Leno. Alla mezz’ora primo cambio per i gigliati: fuori Chiesa per infortunio, dentro Mati Fernandez. Serve un autentico miracolo di Tatarusanu al 59′ per dire di no a Ramalhom, ma due minuti più tardi i tedeschi raddoppiano con Mehmedi su assist di Wendel. Dopo la girandola di cambi effettuati da Sousa c’è spazio per Rossi e Kalinic. Proprio Pepito innesca l’attaccante croato per accorciare le distanze al 74′. Da un errore in chiusura di Bagadur, però, nasce la rete che chiude la partita ad opera di Kampl, prima della traversa a tempo scaduto centrata da Badelj.
 
BOLOGNA KO CON LO SCHALKE, DESTRO IN CAMPO PER 65′ – Il Bologna riabbraccia Mattia Destro. E’ questa la notizia più importante che arriva per Donadoni dall’amichevole austriaca con lo Schalke 04. L’attaccante, schierato titolare, resta in campo per 65′ per poi essere sostituito da Brienza. Per la cronaca, l’amichevole si conclude 2-1 in favore dei tedeschi. Lo Schalke passa in vantaggio al 10′ con Di Santo, che approfitta di una corta respinta di Mirante sul tiro al volo di Choupo Moting. A pareggiare i conti è Brienza con un bel diagonale rasoterra, tre minuti dopo il suo ingresso. Il 2-1 porta la firma di Tekpetey che finalizza al meglio un’azione personale di Kehrer.
 
TORO, PARI A RETI BIANCHE CON IL LIPSIA – Finisce senza gol l’amichevole tra il Torino di Sinisa Mihajlovic e il Lipsia, club neo-promosso in Bundesliga. Nel test disputato a Kufstein, in Austria, il tecnico serbo schiera un 4-3-3, con Boyè, Lopez e Martinez a comporre il tridente offensivo. Dall’infermeria arrivano, intanto, buone notizie sull’infortunio di Nikola Maksimovic. L’ecografia alla quale è stato sottoposto il difensore, informa il club, “ha evidenziato un lieve affaticamento muscolare alla coscia destra. Le sue condizioni verranno monitorate di giorno in giorno nell’ottica di un graduale ritorno in gruppo”.
 
VITTORIE PER CHIEVO E ATALANTA – Il Chievo supera 2-0 il Parma, neo-promosso in Lega Pro. La squadra di Maran si aggiudica il test, disputato allo stadio San Pietro “Lusetti” di Castiglione delle Stiviere, con un gol per tempo. Nella prima frazione, al 7′, Meggiorini sblocca il risultato, mentre nella ripresa (64′) Inglese fissa il punteggio sul definitivo 2-0. Successo anche per l’Atalanta che si impone 3-0 nel test contro il Renate, giocato presso il centro sportivo di Zingonia. Tutte le reti nel primo tempo, sotto gli occhi del ct della Nazionale Ventura. A sbloccare dopo soli 4′ è Dramè, che ribatte in rete una respinta del portiere ospite. Dopo una traversa di Marilungo in seguito a un gran colpo di testa in tuffo, il raddoppio arriva al 26′ e porta la firma di Migliaccio. Al 38′ gioia personale anche per Petagna che completa il tris. Nella ripresa mister Gasperini opera diverse sostituzioni, ma il punteggio non cambia.

Fonte: Repubblica

Commenti