Lazio-Juventus 0-1: ancora Khedira, bianconeri a punteggio pieno

ROMA – Sei punti in più rispetto a un anno fa. La Juventus si presenta così dopo due giornate di Serie A e dopo il 2-1 alla Fiorentina di sabato scorso, stasera contro la Lazio si impone per 1-0. A decidere è il bianconero del momento, Sami Khedira, già in gol una settimana fa. Gara impegnativa per i campioni d’Italia contro una Lazio mai doma e che per un’ora ha imbrigliato la manovra piemontese. Quando le energie capitoline sono calate, la Juventus ha colpito.

DYBALA PERICOLOSO – Simone Inzaghi schiera un 3-4-3 con l’esordio in difesa di Bastos; con lui De Vrij e Radu. Esterni di centrocampo Basta e Lukaku. Davanti torna Felipe Anderson dopo la vittoria olimpica a Rio de Janeiro. Confermato Immobile al centro dell’attacco. Allegri risponde col 3-5-2 con Benatia in difesa al posto di Bonucci. Esterni confermati Dani Alves e Alex Sandro. Pjanic e Higuain sempre in panchina: davanti giocano Mandzukic e Dybala. Dopo un commovente minuto di silenzio per le vittime del terremoto del Centro Italia (i biancocelesti indossano anche una maglietta con la scritta: “Noi con Voi”), la gara inizia e la Lazio pressa subito molto alta non lasciando iniziare la manovra bianconera dalle retrovie. Però la prima occasione è ospite: pressing di Alex Sandro su Basta, rimpallo e in area Dybala di prima intenzione colpisce di testa. Marchetti c’è. I biancocelesti tengono botta e al 23’ si rendono pericolosi: cross a mezza altezza di Felipe Anderson, Buffon si tuffa ma non trattiene e Benatia risolve in qualche modo sul secondo palo.

GRAN CALDO E TIME-OUT – Poco prima della mezz’ora assistiamo al primo time-out della stagione dovuto al gran caldo: l’arbitro Guida concede due minuti ai giocatori per rinfrescarsi e Inzaghi e Allegri ne approfittano per dare ulteriori indicazioni agli atleti. Il gioco riprende e la Juventus cerca l’inserimento di Khedira al 31’ ma Parolo in recupero lo mura. Al 34’ tiro quasi casuale al volo dal limite di Asamoah e una deviazione di Basta mette apprensione a Marchetti che se la cava in due tempi.

LA JUVENTUS ACCELERA – Nel secondo tempo la Juventus preme sull’acceleratore a dopo 10’ Khedira calcia alle stelle una bella palla offerta da Mandzukic. Due minuti dopo Vecchia Signora vicina al gol: ancora Mandzukic va col destro al volo in area, Marchetti respinge. La palla la raccoglie Dybala che si libera al tiro ma conclude sul fondo di poco col sinistro. Calano le forze in casa Lazio e Inzaghi inizia i cambi: Milinkovic-Savic rimpiazza Lulic e poco dopo Patric entra al posto del bravo Lukaku. Al 20’ i padroni di casa ci provano: Biglia serve Immobile a sinistra, l’ex Siviglia penetra in area ma il suo tiro-cross non viene capito da Parolo.

ENTRA HIGUAIN, SEGNA KHEDIRA – La prima sostituzione di Allegri vede Higuain prendere il posto di Mandzukic. Siamo al 21’ e qualche secondo dopo la Juventus passa in vantaggio: gran lancio in area di Dybala per l’inserimento di Khedira, Biglia va a vuoto, De Vrij si perde il tedesco che incrocia col destro sul secondo palo per il suo secondo gol in campionato. La Lazio, già provata, accusa il colpo anche se per due volte va vicina alla segnatura. Come alla mezz’ora quando Immobile tenta un tiro che viene respinto. La sfera rimpalla al limite dove Patric ci prova al volo ma una deviazione gli regala solo un corner. Al 41’ il primo tiro nello specchio della porta laziale con Parolo, ma Buffon blocca. Nel recupero c’è il tempo per osservare il talento di Pjaca: doppio passo da fermo in area e botta di destro che Marchetti neutralizza. Finisce con la festa bianconera, ma la sensazione è che questa Lazio dirà la sua da qui in avanti.

Lazio-Juventus 0-1 (0-0)
Lazio (3-4-3): Marchetti 6,5, Bastos 7, De Vrij 5,5, Radu 5,5 Basta 6 (27′ st Djordjevic 5), Parolo 6, Biglia 5, Lukaku 6,5 (19′ st Patric 6), F. Anderson 5,5, Immobile 6, Lulic 6 (14′ Milinkovic 5,5). (1 Strakosha, 55 Vargic, 2 Hoedt, 13 Wallace, 5 Cataldi, 21 Milinkovic, 23 Leitner, 96 Murgia, 7 Kishna, 25 Lombardi). All.: S. Inzaghi 6.
Juventus (3-5-2): Buffon 6,5, Benatia 6,5, Barzagli 6,5, Chiellini 7, D. Alves 5,5 (29′ st Lichtsteiner sv), Khedira 7, Lemina 5,5, Alex Sandro 5,5, Asamoah 6, Dybala 7 (43′ st Pjaca sv), Mandzukic 6 (20′ st Higuain 5,5). (25 Neto, 32 Audero, 24 Rugani, 33 Evra, 5 Pjanic, 11 Hernanes). All.: Allegri 6.
Arbitro: Guida di Torre Annunziata (Napoli)
Rete: nel st 21′ Khedira.
Angoli: 5-1 per la Lazio.
Recupero: 3′ e 3′.

Fonte: Repubblica

Commenti