Juventus-Sassuolo 3-1: super Higuain, i bianconeri volano

Higuain festeggia il raddoppio sul Sassuolo con Pjanic, che realizzerà il terzo gol (agf)

TORINO – Fino al gol del Sassuolo, la sensazione è stata una sola che poi è anche una conferma di quello che tutti sospettavano: questa Juventus è troppo forte, di una categoria superiore rispetto al campionato italiano. Ritmi alti, giocate di prima senza errori e tre gol in 27′ al Sassuolo che non è proprio l’ultima arrivata. Gonzalo Higuain realizza una doppietta d’autore al suo esordio dal 1′ in bianconero e Pjanic ci mette la ciliegina. Il Sassuolo accorcia, sempre nel primo tempo, approfittando di una uscita a vuoto di Buffon e Antei si ritrova goleador senza capire nemmeno come. Nel secondo tempo la Juventus controlla, potrebbe segnare ancora, ma si accontenta di essere capolista a punteggio pieno dopo tre giornate di Serie A.FURIA HIGUAIN – Allegri può finalmente proporre la vera nuova Juventus con i big tutti dal 1′: Pjanic a centrocampo e in attacco la coppia Higuain e Dybala. Chiellini gioca regolarmente in difesa mentre riposano Barzagli e Dani Alves rimpiazzati rispettivamente da Benatia e Lichtsteiner. Lemina vince il ballottaggio con Asamoah. Al 3-5-2 bianconero, Di Francesco risponde col 4-3-3 con Ragusa, Matri e Politano in attacco viste le assenze di Berardi e Defrel. In mezzo al campo con Magnanelli ci sono Duncan e Pellegrini; al centro della difesa Antei viene preferito a Cannavaro. Dopo una bella parata di Buffon su Politano, la Juventus ne fa due in cinque minuti e l’assoluto protagonista è Gonzalo Higuain. Minuto 5: contropiede bianconero con assist di Dybala per Higuain che in area con un destro diagonale realizza. Al 10′ la furia argentina si ripete: Lichtsteiner crossa dalla destra per Pjanic che di testa la tocca verso Khedira che a sua volta di testa serve il Pipita che con una pazzesca girata fa 2-0.

PJANIC FA TRIS, MA ANTEI ACCORCIA – E’ un monologo bianconero adesso col Sassuolo che appare inerme. Sfiora la rete anche Bonucci di testa su calcio d’angolo, ma è Pjanic a siglare il 3-0 al 27′: Dybala scatta in area ma viene fermato in extremis da un difensore. Pallone ancora vivo con colpo di testa di Pjanic e traversa piena. Quindi il bosniaco è più lesto dello stesso Dybala a insaccare da due passi. Al 33′ a sorpresa arriva il gol del Sassuolo: angolo, Buffon esce a vuoto, Antei in corsa impatta la sfera e la insacca. I ritmi altissimi della Juventus non permettono al Sassuolo di giocare e quando Pellegrini commette una leggerezza nella propria area, Khedira lo grazia concludendo alto. Nell’unico minuto di recupero, corner di Pjanic e colpo di tacco di Benatia che il portiere controlla.

CONSIGLI TIENE A GALLA IL SASSUOLO – Consigli tiene a galla il Sassuolo nel secondo tempo quando para su Khedira e soprattutto all’11’ salvando su Pjanic che si inserisce in area e conclude in corsa. Di Francesco a questo punto cambia due elementi: fuori Matri (ex applauditissimo dallo Stadium) e Pellegrini e dentro Iemmello e Missiroli. Ma le sostituzioni non incidono e Dybala al quarto d’ora si beve tutta la difesa, poi con una finta supera Duncan sul fondo e conclude: Consigli devia. Si batte l’angolo e Chiellini di testa per poco non centra la porta. Al 22′ occasionissima per Lichtsteiner: nell’area piccola e con Consigli già a terra, lo svizzero conclude però sul corpo del portiere. Quindi mischia furiosa e il Sassuolo che si salva mentre l’esterno bianconero cade e lamenta un fallo da rigore che pare non esserci.

ENTRA RICCI MA E’ TARDI – Il punteggio consente ad Allegri di gestire i cambi in vista dell’impegno di Champions: il primo a abandonare la scena è Higuain, al suo posto dentro Mandzukic. Quindi out Khedira e dentro Hernanes. Alla mezz’ora il Sassuolo chiede calcio di rigore quando Iemmello colpisce di testa una palla che Chiellini poi devia in angolo con un braccio teso. Penalty che poteva starci, non per Di Bello. Quando tra gli ospiti entra Ricci per Ragusa, qualcosa migliora nella manovra offensiva ospite, ma ormai è tardi. Anzi, al 38′ assistiamo a un gran lancio di Bonucci per Pjanic che in area intende servire Dybala ma c’è l’anticipo decisivo di Acerbi che salva i suoi dal 4-1. Al 43′ il 3-2 pare cosa fatta quando Politano, liberato in area, salta Buffon e conclude. Ma salva sulla linea Lichtsteiner, degno sostituto oggi di Dani Alves.

Juventus-Sassuolo 3-1 (3-1)
Juventus (3-5-2): Buffon 5,5, Benatia 6, Bonucci 6,5, Chiellini 6,5, Lichtsteiner 7, Khedira 7 (28′ st Hernanes 6), Pjanic 7, Lemina 6,5, Dybala 7 (41′ st Pjaca sv), Higuain 7,5 (23′ st Mandzukic 6) (25 Neto, 32 Audero, 7 Cuadrado, 15 Barzagli, 22 Asamoah, 23 Dani Alves, 24 Rugani, 33 Evra). All.: Allegri 7
Sassuolo (4-3-3): Consigli 6,5, Gazzola 5, Acerbi 6, Antei 5,5, Peluso 5, Pellegrini 5 (11′ st Iemmello 5,5), Magnanelli 5,5, Duncan 5, Politano 6, Matri 5 (11′ st Missiroli 6), Ragusa 5,5 (35′ st Ricci 6) (1 Pomini, 79 Pegolo, 8 Biondini, 20 Lirola, 22 Mazzitelli, 26 Terranova, 28 Cannavaro, 55 Letschert, 98 Adjapong). All.: Di Francesco 5
Arbitro: Di Bello di Brindisi
Reti: nel pt 5′ e 10′ Higuain, 27′ Pjanic, 33′ Antei
Ammoniti: Gazzola, Benatia e Ricci per gioco scorretto
Angoli: 14 a 5 per la Juventus
Recupero: 1′ e 6′
Spettatori: 39.519 (14.890 paganti, 24.150 abbonati, 479 ospiti) per un incasso di 1.773.066 (1.083.296 quota abbonati)

Fonte: Repubblica

Commenti