AMARCORD – Genoa-Napoli, non c’è tre senza quattro!

Il Napoli che si appresta a giocare a Marassi è reduce da una striscia di tre successi consecutivi, l’anno scorso i successi erano cinque e lo 0-0 del 1° novembre interruppe quella serie positiva ponendo fine, nel contempo, ad un filotto di tre vittorie azzurre a Marassi. Considerando le palle gol fallite dall’undici di Sarri, incredibile la svirgolata di Hamsik solo davanti a Perin, per dirne una, e la giornata di grazia del portiere genoano ci si può solo rammaricare per i due punti persi.
L’ultima affermazione risale alla prima giornata della stagione 2014/15 e fu un 2-1 realizzato in pieno recupero dall’olandese De Guzman, al suo esordio in maglia azzurra. Azzurri avanti già al 3° con un diagonale di Callejon su cross di Higuaìn, pari di Pinilla di testa, 1-1 al 40°. Tra Genoa e Napoli non finiva in parità dal 2007 ossia l’ultimo anno di Serie B per i due club. Sfida che capitò all’ultima giornata, si chiuse sullo 0-0, e fu una grande festa per la promozione di entrambe le compagini. Da allora parità nei successi: quattro a testa.
Sculli e Borriello per il 2-0 rossoblù del febbraio 2008. Il 5 ottobre dello stesso anno azzurri in vantaggio con Lavezzi ma subirono la rimonta dei padroni di casa che si portarono sul 3-1 con Papasthatopoulos, Palladino e Milito prima del definitivo 3-2 di Denis.
Altra rimonta nel settembre del 2009 quando il Napoli in gol con Hamsik fu travolto 4-1 da un Genoa che giocò in dieci più di metà gara per l’espulsione di Criscito. In dieci anche il Napoli dalla fine del primo tempo quando Campagnaro franò su Sculli a due passi dalla porta provocando il rigore dell’1-1 trasformato da Floccari. Mesto portò in vantaggio il Grifone con un eurogol dalla trequarti, poi due contropiede che videro il 3-1 di Crespo ed il rigore messo a segno da Kharja. Parentesi vittoriosa del Napoli con Hamsik, 0-1, il 12 dicembre 2010.
Nel 2012 il Genoa tornò vittorioso ma fu il Napoli a sfiorare una clamorosa rimonta; i liguri dominarono portandosi sul 3-0, Gilardino e doppietta di Palacio, ma a metà ripresa tirarono i remi in barca. I partenopei si svegliarono con Cavani e Lavezzi e nel giro di tre minuti, 80° e 82°, si portarono sul 3-2 tenendo in apprensione il pubblico di Marassi.
Secondo successo del Napoli nella stagione 2012-13; anche qui Genoa in vantaggio due volte con Immobile e Bertolacci e due volte raggiunto prima da Mesto poi da Cavani. Al 90° il vantaggio di Hamsik poi il 4-2 di Insigne su contropiede al 94° mentre un anno dopo, 28 settembre 2013, fu una doppietta di Pandev a regalare la vittoria al Ciuccio: Grifone regolato in soli undici minuti.
Bilancio più azzurro per quanto concerne gli incontri in serie B; 1-1 nell’aprile del ’99, rossoblù in gol con Nappi pareggio del russo Shalimov, Napoli vittorioso 0-1 nel gennaio del 2000 per la marcatura di Lucenti e 0-2 nella prima giornata della stagione 2001-02 con doppietta di Stellone. Genoa vittorioso solo nella stagione 2002-03 per 3-1.

Antonio Gagliardi

Commenti